facebook rss

Un 2020 al ralenti per l’edilizia:
«Ora pronti ad affrontare grandi sfide»

OSIMO - L'assessore all'Urbanistica, Annalisa Pagliarecci, tira le somme di un anno reso difficile dall'emergenza sanitaria e annuncia i progetti che vedranno la luce nel 2021: dal recupero dell'ex Eca, a quello dei Tre Archi fino al varo del nuovo Prg e al completamento della digitalizzazione delle pratiche cartacee
Print Friendly, PDF & Email

Osimo, palazzo comunale

 

Non è una novità che la pandemia del Covid 19, e le attese per la piena operatività del super-bonus 110% destinato all’efficientamento termico e antisismico degli edifici, nel 2020 hanno rallentato la crescita del comparto edilizia.

Annalisa Pagliarecci

Un calo ben avvertito nei numeri delle pratiche richieste ed evase dagli sportelli Suap degli enti locali, che non è passato inosservato neppure per il Comune di Osimo. «Il 2020 è stato però un anno importante per la svolta che l’Amministrazione ha voluto centrare in campo urbanistico ed edilizio. – fa osservare l’assessore all’Urbanistica Annalisa Pagliarecci – Il primo passo, forse quello che piu’ mi piace, è stato rendere protagonisti del cambiamento i professionisti e la cittadinanza attiva osimana. Sindaco ed assessori sempre presenti a tutti i tavoli di coordinamento a sancire l’alto valore della partecipazione democratica. Con loro un anno di intenso lavoro ha portato all’abbattimento degli oneri di urbanizzazione quale stimolo per il rilancio del settore edilizio». Un punto fermo c’è stato: il Comune di Osimo ha scommesso tutto sulla rigenerazione urbana, agevolando le pratiche di ristrutturazione ed ammodernamento del patrimonio edilizio esistente.

Il tavolo tecnico dell’Urbanistica per il nuovo Prg

«Due interventi cardine mi piace ricordarli, – sottolinea l’assessora – il quasi totale azzeramento sul cambio di destinazione d’uso delle case coloniche (90% di sconto) ed il 30% di sconto nel cambio di destinazione d’uso da produttivo a commerciale delle aree produttive in disuso (vedi Osimo Stazione), oltre a misure fino al 50% di sconto per la ristrutturazione in centro se si abbattano anche le barriere architettoniche ed uno sconto del 30% in generale su tutta la citta’ Un piccolo segnale è stato donato anche per le pratiche edilizie di sviluppo e nuova edificazione. I risultati sono stati positivi, tanti i professionisti che si sono adoperati per i loro clienti. Al fianco dell’edilizia e dei residenti abbiamo poi cercato di snellire la burocrazia nello svolgimento delle pratiche amministrative». Per accelerare l’accesso agli atti per i professionisti è stato messo a disposizione l’ufficio del Presidente del consiglio comunale, sono state aumentate le ore a disposizione del personale addetto che tra l’altro vedra’ impegnati con l’inizio dell’anno di 3 nuovi operatori dalle liste dei percettori del redditi di cittadinanza ed un operatore in più in arrivo da ufficio protocollo.

Urbanistica Osimo, un incontro con le associazione di categoria

«Nel frattempo l’Amministrazione dopo anni anni di richieste rimaste inevase ha investito ad oggi a 100 mila euro nella digitalizzazione degli atti. – ricorda Annalisa Pagliarecci – Con il fine 2020 sono stati digitalizzati tutti i registri cartacei, per la primavera 2021 verranno digitalizzati tutti i certificati d’agibilita’, condoni edilizi e dieci anni di concessioni edilizie. Questa svolta digitale portera’ ai professionisti a non doversi piu’ recare almeno 3 volte in comune per i propri clienti, ma al massimo una volta sola solo dopo aver istruito tutto da casa consultando il nostro sito internet. Orgogliosa davvero di questa innovazione tecnologica attesa da decenni che col sindaco ho voluto fortemente per dare un cambio di passo vero alle politiche urbanistiche». E poi c’è la sfida del nuovo Prg.«Il 2020 è servito ad un primo ascolto della cittadinanza, – rimarca l’assessora – abbiamo aperto un bando e sono giunte 100 richieste di rivitazione dell’attuale assetto urbanistico. Saranno la base di partenza per il nuovo Prg che tra le sue principali novita’ vedra’ l’apposizione del nuovo tracciato della variante nord sul Prg. Ottenuto l’anticipo del 10% del finanziamento regionale, nei primi mesi dell’anno subito al lavoro per la gara di progettazione. Sul finire del 2020 perfezionato l’accordo con l’universita’ politecnica delle Marche per il supporto specialistico alla redazione del nuovo Prg. Nei primi giorni dell’anno provederemo a siglare la convenzione con la firma del sindaco Pugnaloni e del rettore Gregori e poi insieme al lavoro per una svolta vera in città».

Osimo, palazzo ex Eca, in via San Filippo

Per quello che invece concerne il patrimonio, il 2021 saranno l’anno della svolta nella ristrutturazione del Palazzo Ex Eca e Palazzo comunale dove verranno effettuate gare di progettazione ed inizio lavori per il primo stabile entro fine anno.«Poi l’anno 2021 ci porterà alla ristrutturazione dei Tre archi (in attesa del progetto preliminare del Rotary) e del Foro Boario con un concorso di idee per una nuova e rinnovata funzionalità – elenca l’assessore Pagliarecci – Nel frattempo per una migliore fruizione degli spazi esistenti con l’anno nuovo inaugureremo il nuovo ufficio protocollo ed il nuovo ufficio decentrato della sede Polizia locale In attesa dei grandi investimenti stiamo trovando all’interno dei locali esistenti nuovi spazi per una parte importante dell’ufficio tributi e per lo staff over30 che lavorera’ al fianco della dirigente Vecchietti deputata alla redazione del nuovo Prg».

I giardini dell’ex foto boario di Osimo

Il nuovo ufficio distaccanto in centro della Polizia locale

Largo Trieste, i Tre Archi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X