facebook rss

Centro del Riuso a Posatora:
approvato il progetto definitivo
Fondi per 204mila euro

ANCONA – L'intervento consiste nell'adeguamento dell’ex area ospedaliera Geriatrico, su via Sanzio Blasi, da adibire a struttura attrezzata per accogliere materiale usato che, anziché diventare rifiuto, potrebbe essere oggetto di interesse per altre persone. L'idea è partita da una mozione presentata dal M5s ed approvata all'unanimità dal Consiglio comunale nel lontano 2017
Print Friendly, PDF & Email

(foto d’archivio)

 

Ci sono voluti circa tre anni e mezzo, ma forse ci siamo. La giunta ha approvato il progetto definitivo per il Centro del Riuso che sorgerà a Posatora. Un’idea nata con una mozione presentata dal Movimento 5 Stelle ed approvata all’unanimità dal Consiglio comunale nel lontano luglio 2017. Poi, il 17 dicembre 2019, l’amministrazione aveva dato disco verde al progetto di fattibilità tecnico economica, con previsione di spesa pari a 204mila euro nel 2021, di cui 169.900 euro di co-finanziamento regionale, comunicato il 10 gennaio 2020. L’intervento consiste nell’adeguamento dell’ex area ospedaliera del Geriatrico, su via Sanzio Blasi, a Centro del Riuso. L’area su cui insiste è di circa 1.300 mq ed è opportunamente collocata nei pressi di uno dei due centri di raccolta rifiuti differenziati, quello di Posatora, denominato “CentrAmbiente” e gestito da AnconAmbiente. Nello specifico, il Centro del Riuso è una struttura attrezzata per accogliere materiale usato che, «anziché divenire inutile rifiuto, potrà tornare ad essere oggetto di interesse per altre persone. La raccolta riguarda oggetti in buono stato, che, una volta ritirati e catalogati, sono messi a disposizione di chiunque vorrà usufruirne, senza nessun tipo di onere economico o di obbligo di restituzione», si legge nella relazione che accompagna l’atto. Il progetto definitivo per l’allestimento e messa in esercizio del Centro prevede la ripresa dell’asfaltatura esistente, la realizzazione di un locale chiuso con accettazione e servizio igienico per il solo personale addetto, ed un altro ambiente chiuso per il deposito degli oggetti da immettere nel circuito del riuso. Ci sarà inoltre un sistema di videosorveglianza.

(m.m)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X