facebook rss

Manutenzione dei fossi,
sopralluogo in via Chiusa

OSIMO - Il sindaco Pugnaloni e l'assessore Cardinali hanno visitato il cantiere Astea per la realizzazione delle opere di regimazione idraulica lungo la Statale 16
Print Friendly, PDF & Email

 

Nel prossimo triennio la giunta comunale di Osimo ha deciso di stanziare in bilancio 600mila euro all’anno per asfalti e marciapiedi attraverso l’accensione di un mutuo. Sono tante le strade interessate dai lavori di riasfatatura e tra le priorità c’è anche la regimazione delle acque e la manutenzione dei fossi al margine delle carreggiate. Propro ieri il sindaco Simone Pugnaloni con l’assessore ai lavori pubblici Flavio Cardinali ha svolto un sopralluogo in via Chiusa, lungo la statale 16, per il cantiere per la regimazione idraulica partito grazie all’impegno di Astea e Comune. «Sono in corso la realizzazione di caditoie e pozzetti che si collegheranno sotto la strada principale. – spiega Simone Pugnaloni – Verranno suddivise le acque meteoriche da quelle nere che, con il nuovo collettamento fognario, verranno portate al depuratore di Villa Poticcio. Altro cantiere è partito a Montoro di Osimo sempre per la realizzazione di pozzetti e caditoie mentre a giorni partiranno lavori in via Montello, traversa di via Cialdini, dove anche qui in caso di pioggia abbondanti si registrano spesso allagamenti. Questi due ultimi interventi sono a carico completamente del Comune per una spesa di circa 30mila euro. Nel frattempo, grazie alla collaborazione di Osimo Servizi, sono stati puliti diversi fossi di competenza comunale per un investimento di altri 30mila euro». Gli interventi sono stati effettuati nel fosso Lama, fosso di via Pangrazi – via del Donatore e via Jesi a Campocavallo, fosso di via Linguetta da via Montefanese a via San Domenico a Padiglione, fossi di via Turati e di via Paradiso a Passatempo, fosso di via Cagiata e fosso Vescovara in via dello Sport.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X