facebook rss

Capanno agricolo ‘fantasma’:
denunciati due truffatori

ANCONA - Si tratta di un 59enne dorico e di un 51enne algerino: avevano preteso 7mila euro di caparra da un pakistano 26enne per una struttura di campagna, in realtà mai consegnata
Print Friendly, PDF & Email

foto d’archivio

 

Paga la caparra per avere un capanno agricolo ma le chiavi non gli vengono mai consegnate. Alla richiesta di spiegazioni viene minacciato dalle persone con cui aveva stretto affari. Vittima della truffa, un 26enne di origine pachistana che voleva intraprendere una piccola attività imprenditoriale prendendo in affitto un capanno con annesso terreno coltivabile. Dopo la sua denuncia e le indagini dei carabinieri, sono finiti nei guai due uomini a cui aveva dato 7mila euro di caparra. Si tratta di un 59enne anconetano e di un 51enne algerino, entrambi residenti in città e volti noti alle forze dell’ordine. Entrambi sono stati denunciati per truffa, appropriazione indebita, minacce e danneggiamento. Le minacce di morte non sarebbero state rivolte solo al 26enne, ma anche al suo ex datore di lavoro: per cercare di sistemare la questione, aveva preso contatti con la coppia di millantatori. Questi, stando alle accuse, avrebbero anche divelto le fioriere fuori dal fast food che gestisce in zona stazione. Secondo quanto denunciato dalla vittima, era alla ricerca di un capanno con terreno annesso per avviare la sua attività. A trovargli la struttura sarebbero stati il 51enne il 59enne, pur non essendo loro i proprietari. Ci sarebbe stata così la dazione di 7mila euro in contanti a titolo di caparra. Dopo il pagamento, le chiavi non sarebbero mai state consegnate. Alla richiesta di spiegazioni, il 26enne sarebbe stato minacciato di morte. Chiesto aiuto all’ex datore di lavoro, la situazione sarebbe ulteriormente precipitata. Di lì, la decisione di sporgere denuncia ai carabinieri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X