facebook rss

Cane sfugge al guinzaglio
e aggredisce un passante:
denunciata la dog sitter

ANCONA - L'episodio nei pressi del parco Gabbiano di Torrette. Un mastino tibetano si era lanciato verso un piccolo meticcio. Il padrone di quest'ultimo l'aveva preso in braccio per proteggerlo, cadendo poi rovinosamente a terra dopo il contatto con l'animale di grossa taglia
Print Friendly, PDF & Email

foto d’archivio

 

Perde il controllo del mastino tibetano che stava portando a spasso e questo si lancia verso un piccolo meticcio. Il padrone, per proteggerlo, lo prende in braccio, ma il cane di grossa taglia salta addosso all’uomo, facendolo cadere rovinosamente a terra. Sarebbe questa la dinamica dell’episodio avvenuto nei pressi del parco Gabbiano di Torrette che è costata una denuncia per lesioni colpose alla conduttrice del mastino, una badante russa di 63 anni. La donna è stata rintracciata e identificata dopo le indagini dei carabinieri di Collemarino e la denuncia sporta dal ferito, un anconetano di 50 anni. La donna, dopo aver recuperato il mastino (è di proprietà del suo datore di lavoro), non si era fermata a constatare le condizioni del padrone del meticcio. L’uomo, a causa della caduta sull’asfalto, si era fatto male a un braccio. In un primo momento, il pronto soccorso di Torrette aveva stilato una prognosi di cinque giorni, poi aumentata a poco più di un mese. Come è stata rintracciata la 63enne? Attraverso le testimonianze raccolte e la collaborazione con l’Asur e l’anagrafe canina. La particolarità della razza del mastino ha consentito ai carabinieri di arrivare al padrone del cane e, poi, alla persona che il giorno dell’aggressione l’aveva portato a spasso. Stando a quanto emerso, la donna aveva perso il controllo del mastino che, come una furia, si era avventato contro il meticcio, preso istantaneamente in braccio dal padrone. Nonostante questo, il cane di grossa taglia era saltato addosso all’uomo, facendolo cadere.

(Redazione CA)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X