facebook rss

In casa due etti e mezzo di cocaina:
venditore ambulante in manette

ANCONA - L'uomo, sempre per l'accusa di spaccio, era finito in arresto nel 2008. A casa, oltre alla droga, i poliziotti della Squadra Mobile hanno trovato 19mila euro in contanti
Print Friendly, PDF & Email

Il sequestro della polizia

Era già stato arrestato nel 2008 dalla Squadra Mobile di Ancona per detenzione di cocaina ai fini di spaccio; ieri gli stessi poliziotti lo hanno arrestato nuovamente, dopo averlo trovato con quasi due etti e mezzo di cocaina purissima e 19mila euro in contanti. E’ scattata ieri l’operazione della Narcotici nei confronti del 43enne di Ancona, ambulante di professione e ritenuto dagli inquirenti un anello intermedio del rifornimento di cocaina nel capoluogo.  Stando a quanto emerso, si riforniva di importanti quantitativi di cocaina nel sud delle Marche, approfittando degli spostamenti dovuti al suo lavoro. Quando si andava a rifornire di merce da vendere nella sua bancarella di pelletterie, approfittava per fare “il carico” del prezioso stupefacente. Ieri mattina i poliziotti dell’Antidroga, hanno aspettato che chiudesse i battenti della bancarella, dopodiché lo hanno seguito fino a casa dove è iniziata la perquisizione domiciliare. Gli agenti gli hanno trovato un primo quantitativo di cocaina nascosto dentro il congelatore di casa. La successiva perquisizione in un garage in uso allo spacciatore ma non di sua proprietá, permetteva di rinvenire altra droga. In tutto quasi due etti e mezzo di polvere bianca. I poliziotti gli hanno trovato e sequestrato anche 19mila euro in contanti ritenuti il provento dell’attivitá illecita. L’uomo è stato arrestato e condotto a Montacuto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X