facebook rss

Risse, assembramenti e ubriachi:
bar chiuso per 15 giorni

JESI - Questa mattina gli agenti della Squadra Amministrativa e di Sicurezza della Divisione Pasi della questura, insieme al personale del commissariato, hanno notificato la sospensione dell'attività al bar H22 Gioventù Bruciata anche a seguito dei 3 esposti firmati da residenti e commercianti
Print Friendly, PDF & Email

La polizia della Pasi all’interno del bar

 

Risse, liti continue, clienti ubriachi e una sanzione fatta dalla polizia municipale nello scorso marzo quando, in pieno lockdown, il locale era rimasto ugualmente aperto.
Questa volta, dopo 3 esposti . l’ultimo dei quali firmato da 70 persone in questo mese – il bar H22 Gioventù Bruciata di Jesi, nei pressi dei giardini pubblici, è stato chiuso per 15 giorni.
Il provvedimento firmato dal questore di Ancona, Giancarlo Pallini, ai sensi dell’articolo 100 del Tulps che ne ha disposto la sospensione della licenza commerciale, è stato notificato questa mattina dai poliziotti della Squadra Amministrativa e di Sicurezza della Divisione Pasi della questura, insieme al personale del commissariato jesino. Ultimamente, sono stati 3 gli esposti presentati dai residenti e titolari dei vicini esercizi commerciali a seguito dei quali sono iniziati una serie di accertamenti mirati che hanno permesso di verificare come come l’attività, stando a quanto riportato dalla questura, «fosse divenuta sistematico ritrovo di soggetti (alcuni dei quali pregiudicati) che disturbavano la quiete pubblica con urla, schiamazzi e litigi». In alcuni casi, stando a quanto ravvisato dalla polizia, si sarebbero verificate risse tra clienti che hanno interessato le vetrine dei negozi vicini al locale mentre, in altri casi, gli avventori orinavano in mezzo alla strada, davanti al bar, dopo avere consumato alcolici. Gli accertamenti della polizia Amministrativa hanno complessivamente permesso di verificare come, da alcuni mesi, «vi fosse uno stato di totale degrado nell’area contigua al bar, con tracce di urina e vomito anche a ridosso delle porte di ingresso degli altri negozi. Inoltre era stata rilevata la presenza di clienti che bevevano alcolici e assembrati in modo tale da violare le disposizioni anti Covid». Tutto ciò ha portato a una situazione di degrado e disagio per gli esercenti vicini e i residenti, firmati dagli esposti. Questa mattina, la chiusura del locale per le prossime due settimane.

(Redazione CA)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X