facebook rss

Parchi chiusi, ma senza ordinanza:
«Decisione illegittima»

ANCONA - Gianluca Quacquarini e Francesco Rubini contro la scelta dell'amministrazione sul metodo usato per interdire l'accesso ad alcune aree verdi della città
Print Friendly, PDF & Email

Parco Cittadella

I parchi cittadini rimangono chiusi, almeno quelli dotati di cancelli, ma non è stata firmata alcuna ordinanza dal sindaco. Il consigliere comunale Gianluca Quacquarini: «Senza nessuna ordinanza sindacale i parchi cittadini restano chiusi in modo illegittimo. D’accordo sul merito della decisione ma il metodo è autoritario e sbagliato». Il rappresentante di Altra Idea di Città Francesco Rubini: «Non c’è nessun decreto del governo che prevede la chiusura dei parchi. Per farlo serve un’ordinanza del sindaco che ancora non c’è. Un atteggiamento grave quello del Comune di Ancona».

Gianluca Quacquarini

Le aree verdi sono state rese inaccessibili dallo scorso sabato.  «Tutto bene sul merito della decisione – ha detto Quacquarini – ma del tutto sbagliato nel metodo impositivo adottato. Infatti i parchi in questione sono stati chiusi senza nessuna ordinanza sindacale ma come se fossero giardini privati di qualcuno della Giunta. Non va affatto bene perché i parchi sono pubblici e quindi di tutti noi cittadini anconetani». Nel Dpcm firmato da Mario Draghi, «non si parla di chiusura dei parchi ma l’accesso agli stessi è condizionato giustamente al rispetto di quelle che sono le raccomandazioni abituali da 1 anno a questa parte e per le attività sportive si specifica che si può andare al parco ove accessibili e cioè dove non ci sono in vigore ordinanze sindacali dei Comuni a cui sono demandate.

Francesco Rubini

Come spesso succede perciò il sindaco Mancinelli sfugge alle sue responsabilità facendo chiudere in modo illegittimo i parchi senza firmare nessuna ordinanza scaricando la responsabilità su altri, in questo caso il Governo, per una scelta che può apparire impopolare. Se proprio vuole chiudere i parchi prenda la penna e firmi l’ordinanza relativa senza indugiare e prendendosi la responsabilità di un atto che la legge affida a lei e non ad altri». Questa mattina, la comunicazione social del Comune dorico: «Per evitare assembramenti, nel rispetto del nuovo Decreto del Governo, sono stati chiusi i parchi dotati di portoni: Villa Beer, Cittadella, Cardeto, Forte Altavilla, Gabbiano, Via Vasari, Ricci, Via Bezzecca, Parco della Pace, Via Ragusa, Via Ete e Via Scrima».

Ancona chiude i parchi, Foresi: «La situazione è grave, vogliamo dare un segnale»

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X