facebook rss

Polizia: il bilancio delle attività
nell’anno della pandemia

ANCONA - In aumento i sequestri di stupefacenti così come i reati informatici e lo stalking. I dati sono stati forniti in occasione delle celebrazioni per festeggiare il 169esimo anniversario della fondazione del corpo. Cerimonia in via Gervasoni, con il questore Giancarlo Pallini
Print Friendly, PDF & Email

Un momento della celebrazione della Fondazione della Polizia di Stato oggi in questura

 

Ricorre oggi il 169° anniversario della fondazione della polizia di Stato e questa mattina si è tenuta la cerimonia celebrativa in questura, ad Ancona. Per il secondo anno consecutivo, si è tenuta nella massima sobrietà considerata l’attuale emergenza epidemiologica.
Il questore Giancarlo Pallini, accompagnato dal vice prefetto vicario Clemente Di Nuzzo, ha deposto una corona di alloro alla lapide in memoria dei caduti appartenenti alla polizia, collocata nel cortile interno della questura. Presente alla cerimonia, con il labaro, il presidente dell’Associazione Nazionale della Polizia di Stato – Sezione di Ancona; e il cappellano territoriale della polizia, Don Antonello Lazzerini che ha benedetto la corona d’alloro. L’occasione è servita anche per fare un punto sull’andamento di questo anno che ha visto rimodulate tutte le attività del 2020 a causa dell’emergenza sanitaria. Dunque, dal primo aprile 2020 al 30 marzo 2021, per quanto riguarda il nostro territorio, sono stati 299 i posti di controllo effettuati, 6.606 le persone controllate mentre 2.799 i veicoli. Ammonta a 87 il numero di contravvenzioni al codice della strada.
I locali commerciali controllati sono stati 1.132 e 78 le sanzioni amministrative. La Polizia Amministrativa ha controllato invece 256 locali pubblici adottando 11 provvedimenti per l’articolo 100 Tulps che prevede la sospensione dell’attività per un determinato periodo. Aumentato invece il quantitativo di droga sequestrata: 18,263 chilogrammi riguardano i cannabinoidi; 9,403 la cocaina; 1,88 l’eroina mentre 241 sono i grammi riguardanti altri tipi di sostanze stupefacenti. La polizia dorica ha portato avanti 1.066 indagini riguardanti lo spaccio e il traffico di stupefacenti. I colleghi della Polizia Postale, per quanto concerne i reati informatici, ha sporto 380 denunce e individuato 38 responsabili di reati per pedopornografia e reati contro la persona. Le vittime identificate per pedopornografia sono state 48 e 204 i responsabili segnalati per truffe nel contesto dell’e-commerce, phishing, clonazione bancomat e carte di credito, accesso abusivo a sistema informatico e altro. I provvedimenti di ammonimento per il reato di stalking sono stati 16.

(al.big.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X