facebook rss

Di corsa da Portonovo a Orbetello,
una maratona per i bimbi disabili

INIZIATIVA - Simone Colombo, civitanovese d'adozione, e Alessio Alfei corrono per raccogliere fondi destinati all' Energy Family Project, associazione che si occupa di sostenere oltre 600 famiglie in tutta Italia. Questa mattina sono stati ricevuti dal sindaco di Civitanova, Fabrizio Ciarapica: «L’impresa mi ricorda quella del film Forrest Gump, dove il protagonista correva per amore»
Print Friendly, PDF & Email

energy-family-project-colombo-ciarapica-martella-civitanova-FDM-2-650x433

Simone Colombo, il sindaco Fabrizio Ciarapica e Silvia Martella

 

di Laura Boccanera (foto Federico De Marco)

Non sono maratoneti, non sono neanche atleti, ma a fornire la carica e l’adrenalina che consentirà loro di fare 420 chilometri in 10 giorni è la “missione” che si sono dati: aiutare gli altri, in particolare i bambini disabili riuniti sotto l’associazione Energy Family Project.

energy-family-project-simone-colombo-civitanova-FDM-2-325x217

Simone Colombo

La loro corsa, una ultramaratona forsennata in 10 tappe coast to coast da Portonovo ad Orbetello consentirà loro di raccogliere fondi da destinare alle oltre 600 famiglie riunite sotto l’associazione. Simone Colombo, originario di Velletri ma civitanovese d’adozione e Alessio Alfei partiranno il prossimo 16 giugno dalla perla delle Marche per raggiungere la Toscana. Oggi in sala giunta hanno presentato la loro iniziativa lodata dal sindaco Fabrizio Ciarapica: «Mi congratulo soprattutto perché la loro maratona ha una finalità benefica. So che dovranno percorrere tutto il centro Italia, non solo in piano sulla costa ma anche su parti alte delle colline, con continui saliscendi in parti sterrate, senza contare un dispendio non indifferente di energie anche emotive. L’impresa podistica che andranno ad affrontare Simone ed Alessio mi ricorda quella del film Forrest Gump – ha detto il sindaco – dove il protagonista correva per amore. Anche voi in quei 10 giorni di continue maratone correrete per amore dello sport e soprattutto per amore di quei bambini che andrete generosamente a sostenere». Presente alla conferenza anche Silvia Martella di Energy Family Project: «Le disabilità possono essere di tipo congenito o traumatico e la nostra associazione sostiene le famiglie che affrontano problemi di agenesia, amputazione e malformazioni degli arti, prestando aiuto anche a livello psicologico. Grazie anche al contributo dell’Istituto Bambin Gesù di Palidoro, stiamo mettendo a punto un protocollo nascite per convogliare le famiglie verso centri di riferimento per il trattamento delle problematiche da disabilità». Alessio e Simone si sono allenati molto per riuscire nell’impresa che è nata dapprima a livello sportivo, ma che subito ha coinvolto l’associazione: «Con Alessio ho pensato che la nostra corsa dovesse servire come raccolta fondi a favore di  questa associazione che aiuta le famiglie con disabili attraverso tanti progetti – ha ricordato Simone Colombo – anche se non siamo amanti della corsa, Alessio ed io ci sentiamo preparati per sostenere questa sfida impegnativa, grazie anche ad uno staff di professionisti che ci segue, seguendo tre parole per noi significative: endurance, rinascita e rivincita».

energy-family-project-colombo-ciarapica-martella-civitanova-FDM-1-650x386

energy-family-project-silvia-martella-civitanova-FDM-4-650x433

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X