facebook rss

Stazione marittima, spiragli dalla Regione:
«Verifichiamo la possibilità del ripristino»

ANCONA – L'assessore Baldelli chiede di procedere con uno studio di fattibilità per vedere se si possa eliminare le interferenze
Print Friendly, PDF & Email

foto d’archivio

 

 

Stazione marittima, spiragli dalla Regione: «dobbiamo pensare di verificare la possibilità di un ripristino sulla base di studi che ci indichino la sostenibilità della cosa». A parlare è l’assessore regionale alle Infrastrutture Francesco Baldelli, che stoppa così i titoli di coda pronti a scorrere sulla struttura chiusa dal 2015. «Aspettando l’arrivo dell’Autorità di sistema portuale, chiediamo di verificare con degli studi di fattibilità, se è possibile eliminare le interferenze con i tir. Sarebbe una risorsa in più Ancona e per l’intermodalità porto-aeroporto-interporto che è fondamentale per il rilancio di queste infrastrutture». In una delle ultime sedute del Consiglio comunale, l’assessora al Porto Ida Simonella aveva invece fatto sapere che, «il 23 febbraio 2021, Rfi ha scritto una lettera all’Autorità di sistema Portuale in cui ha chiesto formalmente di poter fare un passaggio nell’area demaniale per rimuovere la linea elettrificata. L’Ap ha poi chiesto a Rfi, tramite una lettera formale, la rimozione anche della parte a terra, visto che non esiste più un diritto concessorio». Gli atti tecnici formali vanno dunque nella direzione dello smantellamento, ma la posizione della Regione è quella di verificare tutte le opzioni, prima di chiudere definitivamente la questione.

(m.m)

Ex stazione marittima: smantellate le panchine

Ex stazione marittima, ci risiamo: la storia senza fine del dormitorio a cielo aperto (Foto)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X