facebook rss

Gradoni del Passetto off limits:
«Frutto di anni di omesse manutenzioni»

ANCONA - Le parole della consigliera leghista Antonella Andreoli sul 'caso' dell'interdizione dei blocchi di cemento della scalinata che conduce al mare
Print Friendly, PDF & Email

I gradoni ammalorati

 

«L’Amministrazione comunale presenta l’ennesimo biglietto da visita che certifica il degrado e la mancanza di manutenzioni. Ora la situazione obbligherà il Comune di Ancona, che avrebbe ben potuto sfruttare scorse le stagioni autunnali ed invernali, a dare inizio ai lavori proprio a ridosso dell’estate, creando ulteriori disagi alla cittadinanza ed agli utenti della spiaggia, che, come è noto, utilizzavano i gradoni in marmo anche per prendere il sole». Così il consigliere della Lega Antonella Andreoli sull’interdizione decisione venerdì pomeriggio di alcuni gradoni della scalinata del Passetto e riportata da Cronache Ancona.

Antonella Andreoli

«La Lega – ha detto il consigliere – ha più volte segnalato in Consiglio comunale il grave stato di dissesto e di ammaloramento della suddetta scalinata. Da ultimo l’ interrogazione urgente presentata dalla Consigliera Capogruppo Lega Antonella Andreoli nel corso del Consiglio comunale del 9 febbraio scorso laddove si segnalava la totale omessa manutenzione della scalinata che si protrae da decenni, in aggiunta ad una assente manutenzione del verde che ha fatto sì che le radici di erbacce e piante si insinuassero indisturbate per anni fra la pietre che reggono i lastroni, provocandone, anche a causa delle conseguenti infiltrazioni di acqua nelle radici, il totale dissesto. La Consigliera, nella richiesta di interventi urgenti di manutenzione e di messa in sicurezza anche della spiaggia attualmente carente di idonei frangiflutti, paventava il pericolo di crolli della scalinata ponendo anche l’accento sulle spese di centinaia di migliaia di euro che ogni anno si rendono necessarie per il ripristino dell’area, soldi che si sarebbero potuti risparmiare intervenendo sul problema all’origine, ovvero implementando le barriere anti erosione oramai vetuste e consumate dai moti ondosi. Del tutto evasive e sconcertanti le risposte, allora, degli assessori Manarini e Foresi che, pur parlando di stanziamenti di somme per il ripristino dei gradoni, non fornivano alcuna data di inizio lavori, parlando di necessità di “ulteriori studi, accurati rilievi, ricerche storiche e indagine petrografica, allo scopo di scegliere le modalità di ripristino più idonee”. L’assessore Manarini in pratica certificava decenni di totale inerzia dell’Amministrazione, evidentemente accortasi solo ad inizio del 2021 del grave stato di degrado della scalinata, tanto da dover ancora cominciare gli studi preventivi dell’area per dare il via ai lavori».

Interdetti i gradoni del Passetto: «Sono a rischio cedimento» (Foto)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X