facebook rss

All’esame teorico della patente
con l’auricolare sotto la mascherina

ANCONA - Micro-auricolare e telecamera erano nascosti all'interno di un doppio dispositivo di protezione facciale per poter permettere al candidato di comunicare con l'esterno. E' stato denunciato
Print Friendly, PDF & Email

Il marchingegno sequestrato dalla polizia

 

Sotto la mascherina un dispositivo elettronico per ‘barare’ all’esame teorico della patente: scoperto e denunciato dalla Polstrada di Ancona. Nel corso dell’operazione, sia l’ingegnere esaminatore che gli investigatori, hanno notato un’insolita postura del candidato che stava svolgendo il quiz alla Motorizzazione. 
Terminata la sessione, all’uscita dei candidati è stato notato un lievissimo ed anomalo rigonfiamento sulla mascherina chirurgica del candidato in questione, uno straniero residente nel capoluogo.
Lo stesso è stato invitato a seguire gli operatori in un locale attiguo e ad abbassare la mascherina, all’interno della quale è stato trovato un marchingegno elettronico. Sottoposto a perquisizione, addosso al candidato è stata rinvenuta un’ulteriore apparecchiatura elettronica, anch’essa abilmente occultata.
La mascherina chirurgica indossata dal candidato risultava abilmente incollata ad un’altra mascherina, mediante nastro biadesivo, e conteneva una micro-telecamera le cui riprese venivano trasmesse, tramite quella apparecchiatura, ad un complice che si trovava evidentemente all’esterno, e dal quale il candidato riceveva i suggerimenti delle risposte esatte attraverso un micro-auricolare.
Tali illecite attività alimentano un giro di denaro consistente. In varie e pregresse attività di indagine è emerso come alcuni candidati abbiano sganciato anche 3mila euro per ottenere il suggerimento.
In una precedente attività, gli investigatori dorici hanno accertato che alcuni soggetti avevano causato gravi incidenti con feriti. A seguito di indagine hanno scoperto che avevano conseguito la patente con analoghe modalità. La stessa è stata sottoposta a sequestro.
Sono in corso ulteriori accertamenti per l’individuazione dei complici.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X