facebook rss

«Volevo vedere la Festa del Mare»
ma il parco è pieno di immondizia

ANCONA - Il cestino collocato ad uno dei due ingressi del parco è ricolmo di sacchi e rifiuti ingombranti gettati anche a terra
Print Friendly, PDF & Email

Il cestino scambiato per cassonetto, a Posatora

«Volevo vedere la Festa del Mare dall’alto. Ho trovato un cumulo di immondizia».
Le foto mandate da una lettrice, scattate ieri, parlano chiaro come anche è evidente che quello che dovrebbe essere utilizzato come un cestino per i rifiuti, per alcuni è stato scambiato come un vero e proprio cassonetto per la raccolta di ogni cosa.
Siamo a Posatora, in una delle aree verdi di questa zona che, anziché essere rispettata, è scambiata per una discarica. Forse, come spesso accade, perché lontana da occhi indiscreti e lasciata un po’ a se stessa.
La zona è quella nei pressi del cimitero, svoltando verso la strada che porta da Padre Guido dove, poco dopo, si trovano due ingressi al parco.
Il posto è a dir poco meraviglioso per il suo panorama che sovrasta sulla città, dove poter trascorrere davvero ore ed ore senza accorgersi del passare del tempo.
A terra, fatti appena pochi passi, ecco però il cestino stracolmo perché, anziché cartacce o altro, c’è chi in precedenza si era portato l’occorrente per dei picnic o aperitivi.
Nel cestino non ci sono infatti rifiuti, ma sacchetti chiusi contenenti a loro volta una moltitudine di rifiuti, forse portati anche da casa. Ancora: bottiglie di vetro e plastica, cartoni e altro lasciato a terra che il buon senso, avendo un certo ingombro, suggerirebbe di raccogliere sì in un sacchetto, ma da portare poi via con sé anche perché il posto è perfettamente raggiungibile in macchina altrimenti, se si vuole abbandonare tutto dove si è consumato, converrebbe optare per uno dei tanti locali della città.
Indubbiamente l’augurio è che Anconambiente passi al più presto per pulire ma anche che, chi usufruisce di quell’angolo di natura, lo possa lasciare incontaminato gettando nel cestino le piccole cose e non gli avanzi di un banchetto. Una maggiore cura dell’area è, infine, più che gradita.

Il cestino scambiato per cassonetto, a Posatora

Il cestino scambiato per cassonetto, a Posatora

Il cestino scambiato per cassonetto, a Posatora

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X