facebook rss

Chiuso da mesi, Marasca annuncia:
«Il museo civico riaprirà a primavera»

ANCONA - Causa problemi ai due condomini su cui è situato, uno dei baluardi della cultura anconetana da 20 anni non è visitabile da mesi. «Sarà più moderno e funzionale» assicura l’assessore alla cultura
Print Friendly, PDF & Email

Paolo Marasca (Archivio)

Riaprirà a primavera, presumibilmente ad aprile, dopo che saranno ultimati tutti i necessari lavori il museo civico cittadino che a dicembre compirà 20 anni.
A comunicarlo l’assessore alla Cultura Paolo Marasca in risposta ad una interrogazione urgente posta dalla consigliera del Partito Democratico Chiara Censi durante il consiglio comunale di ieri.
«Il museo civico è situato in due condomini ben distinti – inizia a spiegare i motivi per cui da mesi il museo è inaccessibile Marasca – uno posto in piazza del Plebiscito e l’altro in vicolo della Serpe. Nel primo – entra nei dettagli l’assessore – il problema era più preoccupante perché un pilastro ammalorato metteva in pericolo la sicurezza stessa della struttura. Nel secondo invece vi era una forte perdita nel vano ascensore e adesso occorre ripulire tutta la volta».
Tuttavia, sempre per bocca di Marasca, la matassa pare sbrogliarsi un pò alla volta «Con il primo problema abbiamo sollecitato il condominio ad analizzare a fondo la situazione ed un loro tecnico incaricato ha scongiurato gravi danni strutturali. Va solo sistemato il pilastro. Dobbiamo adesso decidere se attendere i lavori condominiali o eseguirli noi direttamente e poi girare la fattura all’amministratore di condominio. È comunque questione di giorni. Nel secondo caso invece abbiamo già avviato l’iter degli interventi».
L’occasione è comunque buona per ammodernare il museo stesso e la sua logistica interna. Perché, come spiega sempre Marasca «Cambieremo gli allestimenti. Faremo a meno delle tecnologie desuete. Molte opere verranno ricollocate e ci sarà uno spazio incontri. Il museo sarà poi più funzionale per turisti e visite scolastiche».
Soddisfatta della risposta Chiara Censi.

a. bomb.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X