facebook rss

Gli alunni riconquistano
il parco della Pace

ANCONA - Inaugurato lo spazio verde tra le scuole Elia, Regina Margherita e Podesti, bonificato dopo che per anni è stato in abbandono e degrado. La dirigente scolastica Ronconi: "Un sogno che si avvera"
mercoledì 25 gennaio 2017 - Ore 18:37
Print Friendly, PDF & Email

La consegna delle chiavi alla dirigente scolastica Ronconi da parte degli assessori Foresi e Borini.

 

Da piazza dello spaccio a verde per le scuole, il Comune ha inaugurato i nuovi giardini delle scuole Podesti, Elia e Regina Margherita tra via Urbino e via Ragusa. Un lavoro costato 16 mila euro per bonificare il parco dell Pace e installare le attrezzature sportive destinate a 600 studenti dalle materne alle scuole medie. Una nuova recinzione con relativo cancello lungo via Urbino (adiacente all’area dei cani già esistente); la sostituzione di gran parte della vecchia recinzione dell’area cani; la sostituzione totale della recinzione dell’area del campo polivalente e la sistemazione del cancello. Inoltre l’impresa si è occupata della fornitura e posa in opera porte da calcetto, della segnatura del campo di calcetto, della realizzazione di una recinzione e del cancelletto pedonale lato scuole Elia, del ripristino di tratti di recinzione danneggiati riguardanti l’area del parcoe, infine, del taglio dell’ erba nonché della potatura di alberi , della rimozione di parte di siepi e della loro riprofilatura. Appena saranno disponibili nuovi fondi verranno acquistati e posizionati giochi per i bambini. “Una bella giornata, quella di oggi- commentano gli assessori Borini e Foresi- perchè viene restituita ai bambini e a tutta la città un’area verde dove giocare e svolgere attività all’aperto. Entrare e uscire da scuola sarà d’ora in poi più piacevole, circondati da alberi e luoghi curati. Questo intervento si inquadra nel più ampio progetto sul decoro e del rispetto dell’ambiente, un insegnamento che va trasmesso dai primi anni di vita per essere pienamente metabolizzato e fatto proprio nel crescere e diventare adulti”. “E’ un sogno che si realizza – ha affermato la dirigente Roberta Ronconi – dopo diversi anni dalla richiesta. Cercheremo di fare del nostro meglio per tenerlo curato e in ordine e arricchire l’offerta formativa valorizzandone la disponibilità per la scuola”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X