facebook rss

“Io come Billy Elliot,
tanto studio
per diventare ballerina”

ANCONA - Riparte dal Teatro delle Muse la tournée italiana dello spettacolo tra i più amati dal pubblico e premiati dalla critica, in scena da giovedì a sabato alle 20.45 e domenica alle 16.30. La storia di un bambino, figlio di un minatore, nell'Inghilterra di Margaret Thatcher, con la passione per la danza. Sabrina Marciano è Mrs. Wilkinson, la maestra che insegnerà a Billy ad inseguire il suo sogno
mercoledì 25 gennaio 2017 - Ore 17:02
Print Friendly, PDF & Email

Sabrina Marciano, interprete di Mrs. Wilkinson, l’insegnante di Billy Elliot. Foto Antonio Agostini

 

di Adriana Malandrino

Un film che ha conquistato i cuori di tutti gli aspiranti danzatori. Era il duemila quando Billy Elliot, firmato da Stephen Daldry, fece il tutto esaurito nelle sale italiane. La storia di un bambino nell’Inghilterra di Margaret Thatcher, il padre e il fratello minatori, gli scioperi e la passione per la danza. Un film che diventa musical. Billy Elliot debutta nel West End (Victoria Palace Theatre, Londra) nel 2005, conquistando nove nomination Laurence Olivier Awards e vincendone quattro. Da Londra a Brodway, dove approda nel 2008, grazie all’incredibile successo conseguito e dove vince dieci Tony Awards – gli Oscar del musical – e dieci Drama Desk Awards. La versione italiana, firmata da Massimo Romeo Piparo (prodotto da PeepArrow Entertainment e dal Sistina), è in tournée per il terzo anno consecutivo e riparte, per una lunga marcia attraverso lo stivale, proprio da Ancona, dal Teatro delle Muse, dove sarà in scena da domani giovedì 26 a sabato alle 20,45 e domenica alle 16.30. L’attrice Sabrina Marciano interpreta sin dal debutto la maestra di danza Mrs. Wilkinson, colei che nota e coltiva il talento dell’adolescente. Diplomata all’Accademia di danza ha nel sangue quella passione che muove i piedi dei ballerini. «Chi non si sente Billy Elliot? Tutti abbiamo un sogno per il quale combattere, che comporta sacrifici e fatica. Io stessa vengo da un piccolo paese, certo non sono stata ostacolata dalla famiglia, ma ho studiato tantissimo, questa è una carriera dura. Lavorando a questo musical faccio un po’ un percorso a ritroso nella mia vita».

Sabrina Marciano in scena (vecchia edizione con Alessandro Frola nel ruolo del protagonista). Foto Antonio Agostini

E il personaggio che interpreta? «E’ una donna indurita, frustrata, con il sogno fallito di diventare ballerina mentre si ritrova in una piccola scuola a insegnare danza nella stessa sala in cui si tengono i match di pugilato – racconta Marciano -. Eppure non perde l’amore per la bellezza e per la cura del talento, Billy è per lei un riscatto e su di lui riversa tutte le aspettative. Ho seguito molto le indicazioni di Piparo, il regista, per entrare in ruolo così sfaccettato e determinante per l’intera vicenda, ma mi sono anche fatta ispirare dal ricordo di alcune insegnanti che ho avuto». In scena con lei, tra gli altri, anche Arcangelo Ciulla, che interpreta Billy: «Lavorare con i ragazzini fa bene, vedi in loro quella purezza e quell’ardore che, in alcuni casi, gli adulti hanno perso».

Una scena dal musical Billy Elliot (vecchia edizione con Alessandro Frola nel ruolo del protagonista) Foto Antonio Agostini

Il musical è molto fedele al film con quaranta attori e ballerini in scena, un cast affiatato e ben assemblato. Una storia commuovente di un ragazzino talentuoso e di un padre che si ricrede, una storia di amicizia, costanza e solidarietà, la storia di un sogno che va oltre tutto, perché, come dice Billy “Io non ho bisogno della mia adolescenza. Ho bisogno di ballare!”. Il protagonista è Arcangelo Ciulla, mentre Matteo Valentini è nel ruolo di Michael, l’amico di Billy, e Filippo Arlenghi in quello di Kevin. Tra gli altri Luca Biagini nel ruolo del padre Jackie Elliot, Cristina Noci nel ruolo della nonna, Donato Altomare ed Elisabetta Tulli, sono il fratello Tony e la mamma di Billy. Nel cast anche 30 performer coreografati da Roberto Croce. Le musiche, pluripremiate, sono composte da Elton John. La Compagnia incontrerà il pubblico sabato 28 gennaio alle ore 18,30 presso il Musecaffé condurrà l’incontro il giornalista Francesco Rapaccioni.(www.marcheteatro.it).

Foto cast vecchia edizione con Alessandro Frola nel ruolo del protagonista. Foto Antonio Agostini

Le prove dei giovani interpreti (vecchia edizione con Alessandro Frola nel ruolo del protagonista). Foto Antonio Agostini

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X