facebook rss

Centro islamico,
iniziati i corsi di cultura araba

FABRIANO - Le lezioni gratuite aperte a tutti sono tenute dall’insegnante Anna Biondi, specializzata in materia all’ateneo di Napoli Federico II. Nella sala di via Cavallotti si impara inglese, francese e si conosce la tradizione arabo-islamica. Una sessantina gli iscritti
giovedì 23 febbraio 2017 - Ore 18:05
Print Friendly, PDF & Email

Sala preghiera del centro culturale islamico

 

Al Centro culturale islamico della Misericordia in via Cavallotti a Fabriano sono iniziati i corsi, aperti a tutti, di inglese, francese e ovviamente di cultura arabo-islamica con la insegnante Anna Biondi, specializzatasi in materia nell’ateneo di Napoli. Sono già più di sessanta gli allievi che hanno iniziato a frequentare le due aule del Centro, per le quali sono state acquistate anche altre sedie vista l’alta affluenza. Il presidente Kader Macri ha manifestato l’impegno di organizzare una gita e soprattutto attività sportive che coinvolgano quante più persone possibile. Il centro culturale è stato inaugurato un mese fa, il 21 gennaio, come punto di “di ascolto, confronto, conoscenza, studio, preghiera e aiuto” aveva annunciato il presidente “che vuole essere punto di riferimento principale per la comunità islamica della città e territorio”. La sala conferenze e riunioni, la sala studio per adulti, ragazzi e bambini, l’ufficio per l’amministrazione, servizi igienici sono stati realizzati non soltanto per garantirne la fruibilità ma soprattutto per promuovere corsi in lingua e più in generale favorire al massimo l’integrazione con la
comunità con l’impegno incentrato nella diffusione culturale e religiosa, nell’incoraggiare e agevolare iniziative nel campo sociale e culturale, attraverso corsi di alfabetizzazione, promuovendo lo scambio di informazioni ad ogni livello e con ogni mezzo a disposizione, adoperandosi per l’applicazione pratica di migliori sistemi di vita umana, favorendo la diffusione della cultura arabo-islamica che non ha nulla a che fare con gli estremismi tristemente noti.

Anna Biondi nell’aula del centro islamico

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X