facebook rss

Mercato delle Erbe, Morico:
“Gli imprenditori ci sono,
ma non a queste condizioni”

PROGETTI - Vista Mare rilancia la sua idea di centro, un piano che comprende il contenitore liberty di corso Mazzini, piazza Pertini e l'ex Palazzo di vetro, dopo che il ministero ha detto no alla cittadella giudiziaria
venerdì 10 Mar 2017 - Ore 19:56
Print Friendly, PDF & Email

Il Mercato delle Erbe di corso Mazzini

 

«Per la ristrutturazione del Mercato delle Erbe gli imprenditori ci sono, li abbiamo presentati, ma non alle condizioni del bando, la cui proroga è inutile. La bocciatura del ministero alla cittadella giudiziaria all’ex Palazzo di vetro ci dà ragione: serve un progetto di centro città complessivo». A parlare è Marco Morico di Vista Mare che si prepara a lanciare di nuovo, con un evento pubblico ed una vetrina, il suo progetto di riqualificazione del centro di Ancona che passa attraverso il Mercato delle Erbe, il Cobianchi, l’ex palazzo della Provincia e piazza Pertini, in un percorso continuo e concatenato, in grado, sostiene l’associazione, di cambiare il volto e l’economia di Ancona (leggi l’articolo). A dare nuovo vigore a Vista Mare, la proroga (dal 4 al 30 aprile) del bando per le manifestazioni di interesse verso il contenitore liberty di corso Mazzini e il no del ministero di Giustizia al trasferimento gli uffici territoriali nell’immobile di corso Stamira (leggi l’articolo). «Questi due elementi danno forza alla nostra idea – riprende Morico -: serve un progetto complessivo per il centro città che lo renda attrattivo. Gli imprenditori disposti ad investire ci sono e li abbiamo presentati al sindaco, ma non a queste condizioni». È per ribadire dunque la propria visione progettuale che Vista Mare, lunedì prossimo, inaugurerà un piccolo spazio espositivo all’interno della Galleria dorica nel quale sarà a disposizione dell’occhio dei visitatori il plastico della nuova piazza Pertini, secondo l’ipotesi dell’associazione, altro tassello inscindibile dell’intero progetto che comprende anche il Mercato delle Erbe. E poi, il prossimo weekend, il dibattito-aperitivo “en plein air”, sulla scalinata dell’opera architettonica di Minnucci, che sarà adornata da ampi cuscini colorati. «Vogliamo continuare a coinvolgere la città su questo tema – afferma il presidente di Vista Mare, Antonio Roversi -. Sono esterrefatto della superficialità con la quale l’amministrazione comunale sta conducendo questa partita che riguarda problemi gravissimi per la città di Ancona. Una partita fondamentale per il futuro della. È la realtà che ci sta dando ragione – continua -. La proroga del bando per il Mercato delle Erbe è un’ennesima perdita di tempo. Finché non si affronterà la questione con un approccio globale non si faranno passi avanti. L’altra conferma arriva dal rifiuto da parte del ministero dell’ipotesi di Cittadella giudiziaria all’ex palazzo della Provincia. Si deve ragionare su un contenitore collegandolo all’altro. Questo noi lo abbiamo fatto con il progetto Centro città che  vorrebbe fare dell’edificio di corso Stamira un altro polo attrattivo della città, fatto di negozi, di ristoranti e non certo di uffici che portano le persone in centro per le 8 ore lavorative per vederle poi tornare a casa».

(A. C.)

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X