facebook rss

“Sanzionateci tutti”,
gli infermieri raccolgono
le firme contro l’ospedale

ANCONA – Avviato l'esposto da presentare all'ispettorato del lavoro per il diritto al riposo, dopo il caso di Francesco Pezzuto
lunedì 10 Aprile 2017 - Ore 11:21
Print Friendly, PDF & Email

Fransceso Pezzuto con Giuseppino Conti del Nursind

 

“Un cittadino, un paziente, si sottoporrebbe ad intervento chirurgico se sapesse che l’equipe di sanitari ha sulle spalle più di 15 ore di lavoro e non ha potuto riposare a sufficienza?” Così domanda provocatoriamente il Nursind, il sindacato degli infermieri, dopo il caso di Francesco Pezzuto, il lavoratore del blocco operatorio che è stato sanzionato con un richiamo disciplinare dall’Azienda ospedali riuniti per essersi rifiutato di prendere servizio per il terzo turno consecutivo: avrebbe lavorato 24 ore su 36. E’ partita sabato la petizione del Nursind contro l’ospedale, la raccolta firme può essere sottoscritta anche via internet su www.change.org al titolo “Sanzionateci tutti” (vai alla petizione). Alla petizione si affianca anche un esposto che sarà presentato all’ispettorato del lavoro per chiedere il rispetto delle 11 ore di riposo tra un turno e l’altro. Gli infermieri sono pronti a dimostrare, cartellino alla mano, che a Torrette la legge non è rispettata. “I sanitari hanno il diritto di lavorare in rispetto della propria professionalità e sicurezza per il fine istituzionale ed etico a cui attendono: la salute della popolazione. Per realizzarlo hanno bisogno del rispetto dei requisiti minimi disposti dalle normative vigenti per tutti i lavoratori, tranne che per i sanitari” spiega la petizione.

 

Diritto al riposo, gli infermieri pronti a denunciare l’ospedale all’ispettorato del lavoro

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X