facebook rss

Sfida in passerella
per il “Fashion game”

ANCONA - Alla Loggia dei Mercanti il defilé dei vestiti creati dagli studenti che hanno partecipato al corso di formazione di Confartigianato e Camera di Commercio
martedì 18 aprile 2017 - Ore 15:42
Print Friendly, PDF & Email

Loggia dei Mercanti

 

“Fashion Game”, la sfida della moda arriva in passerella. Giovedì 20 aprile alla Loggia dei
Mercanti di Ancona dalle ore 10.30 sfileranno i capi ideati e realizzati dagli studenti che
partecipano al concorso promosso dalla Confartigianato Imprese Ancona – Pesaro e Urbino
con il patrocinio della Camera di Commercio di Ancona. Un percorso che ha visto i ragazzi, 70 i partecipanti, apprendere e sperimentare tutte le fasi che portano dal bozzetto alla passerella: l’ideazione del capo, la
scelta del tessuto più opportuno, la lavorazione, la confezione dell’abito, e infine la sfilata di
moda.
Trenta gli abiti che saranno proposti, tutte creazioni originali e ispirate al tema assegnato dal
contest: “Black & White”.
Coinvolte le classi quarte e quinte delle scuole secondarie di II grado ad indirizzo moda della
provincia di Ancona: Itas Angelini di Ancona, Ipsia di Osimo, di Senigallia, di Fabriano e di
Jesi. Un’iniziativa che ha la finalità di incoraggiare la creatività e la fantasia degli alunni.
Al termine della sfilata, saranno decretati i vincitori del concorso “Fashion Game” da una
commissione composta da aziende del settore, che valuterà tutte le proposte ed assegnerà i
premi.
Gli alunni sono stati affiancati in questo percorso dagli imprenditori Luca Corinaldesi del
Ricamificio Filottranese, Fabio Da Pojan di Marker srl di Trecastelli, Sartoria Rossini Raffaella
di Ancona, Paola Zenobi di Confezioni Zeno di Filottrano. Per gli accessori: Erika Sabatini di
Senigallia.
I professionisti della moda hanno seguito gli alunni nei diversi step, prestando indicazioni e
consigli, in alcuni casi anche ospitando gli studenti nei propri laboratori in visita aziendale e
per supporto alle fasi di assemblaggio dei pezzi di tessuto e di realizzazione del capo.
All’iniziativa collabora anche lo Ial Marche.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X