facebook rss

Esplode il bancomat ma la cassaforte
non si apre e i banditi
fuggono a mani vuote prima dell’alba

CHIARAVALLE - Un boato ha svegliato i residenti di Corso Matteotti, ieri mattina. I carabinieri sono sulle tracce di una banda di 3 uomini fuggita a bordo di una berlina dopo il fallimento del colpo
martedì 2 Maggio 2017 - Ore 15:01
Print Friendly, PDF & Email

foto d’archivio

Fanno esplodere il bancomat dell’Unicredit di Chiaravalle ma fuggono senza bottino perchè la cassaforte blindata, caricata per il ponte del 1 Maggio, era ancorata a terra sotto il monitor e dopo lo scoppio non si è aperta. Un manipolo di 3 uomini con il volto coperto, ha fatto saltare verso le 4 di ieri mattina lo sportello automatico della filiale di Corso Matteotti, svegliando i residenti che, avvertito il boato, hanno subito chiesto aiuto alle forze di polizia mentre scattava l’allarme.

I militari dell’Arma si sono subito messi sulle tracce della banda setacciando il paese. Sulla scorta dei testimoni che hanno visto fuggire i banditi (forse era presente anche un quarto complice, il ‘palo’), gli investigatori  stanno cercando una berlina, forse una Bmw che si è dileguata dalla scena dopo il fallimento del colpo. Le indagini sono in corso e per dipanare la matassa, i carabinieri stanno già visionato i filmati registrati dalla rete delle spycam di Chiaravalle. Nell’area dove è andato a vuoto il furto sono accese diverse postazioni elettroniche. E’ l’ennesimo bancomat che viene fatto esplodere nella provincia di Ancona, dall’inizio del 2017 (leggi l’articolo).

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X