facebook rss

I simboli di Osimo nel graffito
del maxiparcheggio
firmato da Federico Zenobi

ARTE - Lo street artist jesino ha completato il suo ultimo lavoro dipingendo le 5 torri dello stemma civico, una statua acefala e l'immagine della Dea Pace, ripresa dagli affreschi del Pomarancio a Palazzo Gallo sulla parete esterna dell'infrastruttura di via Colombo
lunedì 5 Giugno 2017 - Ore 16:13
Print Friendly, PDF & Email

Osimo, Federico Zenobi fotografato davanti al suo ultimo graffito

“Un ringraziamento particolare a Cristiano Pirani e al Maxiparcheggio”, firmato Federico Zenobi. Lo street artist jesino, 31 anni, ha commentato così il suo autoscatto sullo sfondo del suo ultimo lavoro dipinto sulla parete dell’infrastruttura di via Colombo gestita della Osimo Servizi Spa. “Omaggio a Osimo, spray su muro, 2017’ è già stato definitivo dall’amministrazione comunale un “capolavoro” che racchiude tutta le icone dell’Osimanità, “il simbolo della Vetus Auximon (le 5 torri dello stemma civico ndr), una statua acefala e l’immagine della Dea Pace, ripresa dai dipinti del Pomarancio presenti all’interno del piano nobile di Palazzo Gallo. Tutti elementi identificativi del nostro territorio e della nostra cultura. Ma sono in arrivo altre sorprese, sempre a firma del bravissimo Federico Zenobi”.

Appassionato di disegno fin da piccolo, Zenobi si è avvicinato al mondo dei graffiti a 13 anni, dopo averne visti alcuni a Milano, e ha dipinto il suo primo muro nel 1999. Ha frequentato il Liceo Scientifico “Da Vinci” di Jesi, dove si è diplomato nel 2006. Nel novembre 2009 si è specializzato in Graphic Design presso l’Istituto di Alta Formazione “Centro Sperimentale Design Poliarte”, nel corso triennale. E’ stato invitato a dipingere in moltissimi eventi, ha vinto diverse competizioni di graffiti, e ha realizzato lavori su commissione per enti pubblici e privati in Europa, negli States e in Sud America.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X