facebook rss

Torna Cityscape,
la città nei progetti degli studenti

ANCONA - Alla Mole vanvitelliana in mostra le idee degli aspiranti ingegneri-architetti della Politecnica. Focus sull'edilizia scolastica a cui è dedicato anche il convegno nel programma della manifestazione. Poi la festa al Lazzabaretto
mercoledì 28 Giugno 2017 - Ore 17:56
Print Friendly, PDF & Email

 

Un’immagine della passata edizione di Cityscape

 

Idee per la riqualificazione delle aree archeologiche di Ancona, un progetto speciale sulla Mole vanvitelliana e la mostra Ecce Homo e per la ristrutturazione della scuola di San Ginesio colpita dal terremoto. Ecco alcuni degli elaborati degli studenti del corso di Ingegneria edile-Architettura della Politecnica che andranno in scena domani (29 giugno) alla Mole vanvitelliana di Ancona per la quarta edizione consecutiva di Cityscape. Polo espositivo di un anno di lavoro degli aspiranti ingegneri-architetti, l’ex Lazzaretto ospiterà per l’occasione anche il convegno “L’architettura della scuola” e la festa conclusiva della manifestazione. L’inaugurazione dell’evento alle 15 con una serie di attività, tra cui, appunto, il convegno che servirà per interrogarsi e riflettere sull’attualità e la necessità di innovazione nei progetti di scuola nel nostro Paese. Ancora una mostra sul tema, curata dalla Triennale di Milan, dal titolo “Di ogni ordine e grado” sui più significativi edifici scolastici dal novecento ai giorni nostri. E poi, naturalmente, l’esposizione degli elaborati didattici del corso di laurea Ingegneria Edile-Architettura dell’anno accademico in conclusione. Convegno e mostra saranno salutati oltre che dal rettore Sauro Longhi anche dalla vicepresidente della Regione Marche Anna Casini con deleghe all’urbanistica e all’edilizia pubblica che con un intervento specifico preparato dal responsabile del servizio, l’architetto Marchesini, che sottolineerà le politiche della regione su questo dedicato tema.

Alle 22 la festa conclusiva dell’evento, al Lazzabaretto, con Mòn in concerto e la proclamazione del vincitore del contest LAB 2.0.

Come ogni anno, la manifestazione intende essere un momento di condivisione delle esperienze di didattica e ricerca nel campo dell’architettura con i molti attori coinvolti quando si parla di urbanistica: dagli utenti della città agli amministratori che hanno il compito di immaginare e programmare le strategie di sviluppo e riqualificazione fino al mondo delle professioni che si relazionano con gli studenti, professionisti di domani, ne valutano la produzione veicolando anche un feedback tra mercato del progetto e didattica erogata. Non solo. “Cityscape” propone una notevole quantità di riflessioni, soluzioni ed idee sui molti temi dei progetti indagati, molti dei quali molto attuali e cogenti per molte aree della città, le cui soluzioni spesso possono stimolare visioni e disvelare potenzialità che spesso la complessa quotidianità non permette di individuare.

I PROGETTI PRESENTATI

A essere presentati in questa edizione i lavori di un laboratorio di tesi di laurea in composizione architettonica ed urbana, alcuni dei quali dedicati alla riqualificazione delle aree archeologiche della città di Ancona e alla riattivazione attraverso queste degli spazi urbani circostanti; il progetto di rigenerazione urbana della città di Falconara nelle tre sezioni dedicate alla Città sul Mare, alla Città delle Macrostrutture e alla Città della Rigenerazione; alcuni progetti speciali, tra cui quello per la scuola della città di San Ginesio colpita dal terremoto e che ha visto protagonista l’Univpm nel processo di riprogettazione e quello per la nuova sede della Croce Rossa della provincia di Ancona; e infine un bellissimo lavoro del corso di rilievo dell’architettura che ha documentato digitalmente proprio gli spazi della Mole Vanvitelliana con una sorpresa riguardante la recente mostra Ecce Homo.

I lavori resteranno esposti all’auditorium della Mole fino al 9 luglio.

«Cityscape non è solo la possibilità di far conoscere meglio il corso di laurea di Ingegneria edile-Architettura dell’Università Politecnica delle Marche che forma un ingegnere progettista conscio dell’attuale complessità del mondo delle costruzioni e che individua nell’innovazione tecnologica, nel restauro e recupero dell’immenso patrimonio esistente una delle possibili strategie di azione – afferma responsabile del corso di laurea Gianluigi Mondaini -, ma anche l’occasione che permette di testimoniare l’esigenza di una necessaria forma di connessione e collaborazione tra ricerca universitaria e territorio attraverso la concretezza e la vicinanza dei casi di studio alle realtà territoriali a cui l’Università Politecnica delle Marche appartiene».

IL PROGRAMMA

IL CONVEGNO “L’ARCHITETTURA DELLA SCUOLA”
Giovedì 29 giugno, alle 15, Auditorium Mole vanvitelliana
Oltre al Rettore Sauro Longhi e il Vicepresidente Anna Casini l’incontro verrà salutato dall’assessore alla Cultura del Comune di Ancona Paolo Marasca partner dell’iniziativa, dal preside della Facoltà di Ingegneria Dario Amodio e da Gianluigi Mondaini responsabile del corso di laurea. Il seminario sarà caratterizzato dalla conferenza dell’architetto Patrick Fransen titolare dello studio olandese Noahh, esperto del settore edilizia scolastica che ha all’attivo molte realizzazioni di grande qualità caratterizzate dal sapiente incontro tra ludicità, attrattività, innovazione spaziale e tecnologica e sostenibilità energetica, questioni particolarmente coerenti anche con i temi affrontati all’interno del nostro corso di studio. Il seminario avrà poi tra gli ospiti Massimo Faiferri dell’Università degli Studi di Sassari e responsabile della summer school dedicata al progetto della scuola che tratterà il tema Innovative Learning Space. E ancora Massimo Ferrari e Claudia Tinazzi del Politecnico di Milano curatori della mostra della Triennale di Milano dal titolo “Di Ogni Ordine e Grado”.

LA MOSTRA “DI OGNI ORDINE E GRADO – L’architettura della scuola”
dal 29 giugno al 9 luglio presso il magazzino Tabacchi Mole Vanvitelliana
A cura di Massimo Ferrari e Claudia Tinazzi, Triennale di Milano, 2015

L’ESPOSIZIONE DEI LABORATORI PROGETTUALI
dal 29 giugno al 9 luglio presso l’auditorium Mole vanvitelliana

LA FESTA CONCLUSIVA
Giovedì 29 giugno alle 22 al Lazzabaretto
Annuncio dei vinciotre del contest LAB 2.0 e Mòn in concerto

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X