facebook rss

Il poetry slam su Facebook
dà il la a “La Punta della Lingua”

ANCONA - Al via il Festival dedicato alla "poesia totale". Si parte da Portonovo con Giampiero Neri, Antonella Anedda e Tiziano Scarpa e la performance audiovisiva di Jan Noble, inedita in Italia
domenica 2 luglio 2017 - Ore 18:08
Print Friendly, PDF & Email

Giampiero Neri (foto di Dino Ignani)

 

L’unico poetry slam su Facebook dà il via all’edizione 2017 de La Punta della Lingua, il festival dedicato alla poesia totale (leggi l’articolo).  Dopo l’appuntamento virtuale, domani 3 luglio si entra nel vivo della rassegna alla Chiesa di Santa Maria di Portonovo con Antonella Anedda e Giampiero Neri, due fra i maestri indiscussi della poesia italiana contemporanea, il Premio Strega Tiziano Scarpa e la performance audiovisiva dell’inglese Jan Noble, in tour per l’Europa e per la prima volta sottotitolata in italiano.
Si inizierà alle ore 18.45 con i reading dei poeti da antologia Antonella Anedda e Giampiero Neri, accompagnati dagli interventi musicali, sospesi tra blues e soundscapes, di Marta Collica, catanese di Berlino, già collaboratrice di Hugo Race e John Parish, e della violoncellista australiana Rachel Maio.
Poetessa, saggista e studiosa di letteratura, Antonella Anedda incunea la verticalità della lirica nel passo disteso della prosa. I suoi libri sono tradotti in varie lingue e hanno ottenuto molti riconoscimenti, fra cui il Premio Viareggio per “Salva con nome”. I Ricordi del naturalista francese Jean-Henri Fabre, trovati da giovane nella biblioteca paterna, hanno segnato il destino di Giampiero Neri, poeta capace di osservare con lo stesso sguardo da entomologo la natura e l’uomo, ovvero il Teatro naturale che dà il titolo a uno dei suoi libri più amati.
Subito prima del reading, alle ore 18, dopo i saluti delle Autorità, verranno presentate le suggestioni e le sintesi linguistiche messe a disposizione da alcuni degli ospiti del Festival per il progetto Poeti in viaggio, in collaborazione con Roma Marche Linee, un’azienda che investe in versi.

Antonella Anedda

Alle 21.30, dopo il buffet sul mare al ristorante Da Giacchetti, la performance audiovisiva di Jan Noble aprirà, come in un concerto rock, il reading “Poesie che si capisce cosa dicono” di Tiziano Scarpa. Narratore Premio Strega per il romanzo Stabat mater nel 2009 e saggista, Scarpa ha pubblicato anche i libri di poesie Covers nelle galassie oggi come oggi e Groppi d’amore nella scuraglia, pubblicati da Einaudi e per Amos edizioni Discorso di una guida turistica di fronte al tramonto.
Con la sua perfomance audiovisiva, ancora inedita in Italia, “My Name is Swan”, il poeta inglese Jan Noble gira l’Europa ed è stato registrato dal leggendario produttore Craig Leon negli studi di Abbey Road. Il film tratto da “My Name is Swan” sarà presentato all’East End Film Festival di Londra quest’estate.

Sono ancora aperte le prevendite per il concerto del cantautore catanese Cesare Basile (5 luglio) e le prenotazioni per pranzi e cene in programma al festival. Il programma aggiornato del festival è su www.lapuntadellalingua.it.

La Punta della Lingua 2017 – festival diretto dal poeta Luigi Socci e dal critico Valerio Cuccaroni – è in programma ad Ancona, Portonovo e in trasferta a Recanati fino al 9 luglio.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X