facebook rss

Duomo aperto ai crocieristi,
Italia Nostra attacca:
“Area in abbandono”

ANCONA – Per la prima volta la cattedrale sarà visitabile con orario continuato il venerdì, ma alcuni turisti si lamentano del decoro mandando le foto del piazzale. L’associazione: “Manutenzione in città sempre, non solo a spot e festeggiati come eventi”
giovedì 6 Luglio 2017 - Ore 13:20
Print Friendly, PDF & Email

Le cartoline inviate dai turisti alla sezione di Ancona di Italia Nostra

Il Duomo da domani sarà aperto ogni venerdì fino al prossimo 7 ottobre, in occasione degli sbarchi della Msc Sinfonia, con orario continuato dalle 8 alle 19. Una novità per cercare di essere una città più accogliente verso turisti e crocieristi, che rischiano però di trovarsi di fronte uno spettacolo desolante, una volta arriva al piazzale della Cattedrale. E’ quanto denuncia l’associazione ambientalista Italia Nostra, riportando le lamentele di alcuni turisti di Vicenza che hanno inviato i loro scatti ricordo sull’abbandono.
La buona notizia è l’apertura con orario continuato ogni venerdì. La Curia ha accettato la proposta del Comune e ha deciso inoltre di aprire contestualmente negli orari della “pausa pranzo” (12-16) anche il Museo Diocesano, questo a partire dal 14 luglio. Finora la Diocesi garantiva l’apertura del Duomo solamente fino alle 12 e l’apertura pomeridiana (dalle 16) consentiva la visita ai croceristi attraverso il programma di visite guidate denominato “Scrigni sacri schiusi”, in collaborazione con il Comune, che riguarda le principali chiese e piazze del centro storico. Ora il personale della Diocesi si occuperà di svolgere le attività di apertura, sorveglianza e accoglienza turistica al massimo monumento religioso cittadino e nell’intero arco della giornata del venerdì. “Non solo con la Soprintendenza – precisa l’assessore al turismo Paolo Marasca- ma anche con la Curia abbiamo instaurato un rapporto costruttivo e franco, che ci permette di rendere Ancona sempre più accogliente e sempre più orgogliosa dei suoi tesori”. A fare da contraltare è la denuncia di alcuni turisti di Vicenza, raccolta dall’associazione Italia Nostra. “Accanto ai buoni interventi di manutenzione straordinaria operati, per esempio, al Passetto e festeggiati dalla amministrazione come eventi eccezionali, è necessario ricordare al Comune la necessità di programmare interventi di manutenzione ordinaria che devono essere continui, con soldi a bilancio, per le tante zone della città che lo meritano, anche perché sono biglietti da visita per il turismo – scrive l’associazione ambientalista -. La buona amministrazione è quella che cura il decoro urbano ovunque sia necessario e non si affida solo ad interventi spot. Anche per evitare che la trascuratezza, faccia diventare seri problemi quelli che non dovrebbero esserlo, come le strade di Ancona. In questo caso sono turisti di Vicenza che hanno segnalato ad un nostro socio le condizioni di abbandono dello spiazzo antistante San Ciriaco, il nostro Duomo. Le immagini parlano da sole”. E nelle foto si vede il piazzale alla sinistra della Cattedrale in una situazione desolante per la cura del verde, tra alberi tagliati ed erba secca.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X