facebook rss

Patrizia Casagrande è
il nuovo presidente Form

ANCONA – L'ex presidente della Provincia sostituisce Renato Pasqualetti alla guida della orchestra filarmonica marchigiana. Con lei, vicepresidente Emiliano Giaccaglia, nel cda Stefania Monteverde, Francesco Trasatti e Carlo Pesaresi
sabato 15 Luglio 2017 - Ore 14:41
Print Friendly, PDF & Email

Patrizia Casagrande

Patrizia Casagrande è il nuovo presidente della Fondazione Orchestra Regionale delle Marche. Il consiglio di amministrazione che si è riunito venerdì ha assegnato le nuove cariche. Alla Casagrande si affianca come vicepresidente Emiliano Giaccaglia, entrambi sono stati individuati per la loro esperienza: Patrizia Casagrande Esposto è stata presidente della Provincia di Ancona e Commissario straordinario della stessa, mentre il maestro Emiliano Giaccaglia è pianista di chiara fama e direttore artistico della civica scuola di musica “Paolo Soprani” di Castelfidardo. Il nuovo cda risulta composto anche da Stefania Monteverde, vice sindaco e assessore alla Cultura del Comune di Macerata, Francesco Trasatti, vice sindaco e assessore alla Cultura del Comune di Fermo e Carlo Pesaresi, presidente del Consorzio Marche Spettacolo. Tutti i componenti del CdA hanno ringraziato il presidente uscente Renato Pasqualetti per il lavoro svolto in questi anni e per i traguardi conseguiti. La Form ha raggiunto, infatti, il pareggio di bilancio, grazie a una gestione oculata e trasparente delle risorse, ha creato un nucleo stabile dell’Orchestra dal 2014 con cui ha ottenuto un ottimo livello di qualità artistica. Ha offerto un importante contributo nella costruzione della Rete Lirica delle Marche e lo scorso giugno ha effettuato audizioni per professori d’orchestra. Tutti questi elementi caratterizzano l’impegno della Fondazione e la volontà di mettere in campo nuovi progetti, continuando e intensificando il confronto che negli anni si è avuto con la Regione Marche. Dopo le nomine, nella prossima riunione il CdA traccerà il nuovo programma operativo.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X