facebook rss

Inrca: ripristinati i distributori,
da agosto attivo anche il bar

ANCONA - Dopo la risoluzione del contratto con la ditta che gestiva i punti di ristoro interni all'ospedale, la direzione generale individua soluzioni provvisorie per garantire il servizio
lunedì 24 Luglio 2017 - Ore 19:03
Print Friendly, PDF & Email

 

Il presidio ospedaliero dell’Inrca alla Montagnola, Ancona (foto d’archivio)

 

Inrca, in settimana il ripristino dei distributori automatici di cibo e bevande, dal primo agosto il servizio mensa dell’ospedale garantirà, invece, una funzione minima di bar, fino alla nuova gara. È la soluzione temporanea che è stata adottata dalla direzione generale dell’Istituto di ricerca dopo la risoluzione del contratto con la precedente ditta che gestiva il servizio di ristoro della struttura ospedaliera della Montagnola di Ancona e di Fermo.

Circa dieci giorni fa la decisione dei vertici di sciogliere il rapporto con la società che aveva l’appalto per il bar ed i distributori automatici fino a fine anno, visto il venire meno delle condizioni contrattuali. Nell’immediato erano statu approntati degli accorgimenti per limitare i disagi per gli utenti, in particolare interni, come una maggiore distribuzione di acqua e colazioni ad alcune categorie di pazienti.

In attesa della nuova gara d’appalto a fine anno, la direzione generale ha provveduto all’affidamento provvisorio ad un’altra azienda la gestione dei distributori automatici, il nuovo servizio partirà progressivamente entro questa settimana, insieme alla dismissione delle attuali macchinette. Sempre sino a fine anno sarà ripristinare una funzione minima di bar grazie alla disponibilità dell’azienda gestore del servizio mensa, che dal primo agosto attiverà un punto ristoro entro il presidio della Montagnola, accessibile sia agli utenti interni che esterni.
«Di concerto con gli uffici, sono state individuate delle soluzioni, seppur provvisorie, ma che confidiamo attenueranno in maniera significativa i disagi dovuti alla sopraggiunta e non voluta chiusura del bar – spiega il direttore generale dell’Inrca Gianni Genga – e ciò in attesa dell’espletamento e conclusione della nuova gara. In pochi giorni confidiamo di completare il piano di azioni provvisorio e riattivare, oltreché tutte le macchine dispensatrici automatiche, ancorché con modalità straordinaria una funzione di bar e punto ristoro, molto importante per l’utenza. Per altro, per una mera coincidenza di tempi, contestualmente si potranno completare i lavori di adeguamento antisismico che interessano anche la porzione del fabbricato del corpo C, ove era collocato il bar e ove verrà ripristinato entro la fine dell’anno».

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X