facebook rss

Inquinamento del fosso:
scatta la caccia ai responsabili

FALCONARA - La municipale ha avviato un'indagine: due anni fa, nello stesso giorno, si verificò un episodio simile sempre sul canale San Sebastiano. Sul fronte ambientale pronto il piano per il pompaggio del materiale, che si pensa possa essere letame liquido. Potrebbe esser convogliato nell'impianto di depurazione di Valle Chiara.
mercoledì 2 Agosto 2017 - Ore 18:43
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

 

Inquinamento doloso del fosso San Sebastiano a Falconara: amministrazione al lavoro per riportare la situazione alla normalità.  Ormai ci sono pochissimi dubbi sul fatto che il materiale trovato nei campi di Castelferretti, dietro la piscina comunale, sia stato abbandonato da qualcuno. Anche perché due anni fa, stesso giorno, si verificò un altro inquinamento simile. Dovrebbe trattarsi di letame liquido, ma per questo bisognerà attendere gli esiti delle analisi dell’Arpam.  Intanto mentre la municipale ha avviato un’indagine per cercare di individuare il responsabile o i responsabili, il Comune si sta muovendo sul fronte ambientale. L’inquinamento è stato attenuato dalla mancanza di acqua nel fosso, e dal fatto che già dopo la prima segnalazione dei residenti si è intervenuti per contenerne la portata. Adesso è disponibile un piano di azione con una ditta specializzata per il pompaggio del materiale (prima di eventuali piogge previste per la prossima settimana) e si sta verificando la possibilità di poter conferire il refluo nell’impianto di depurazione consortile Valle Chiara per la massima celerità nelle operazioni di smaltimento.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X