facebook rss

Quarantamila in porto
nei giorni di Lucifero,
task force contro il caldo

ANCONA - Lunghe code per imbarchi e sbarchi, l'Autorità di sistema portuale mette a disposizione strutture climatizzate. Al lavoro anche protezione civile e Croce Rossa. Crescita a due cifre per i transiti rispetto allo scorso anno
sabato 5 Agosto 2017 - Ore 16:43
Print Friendly, PDF & Email

Le auto all’imbarco dei traghetti

Scatta il piano per l’emergenza caldo al porto di Ancona, anche in vista del boom di transiti, 40 mila quelli previsti per questo primo weekend di agosto. Per fronteggiare l’alta temperatura, è stato aperto anche quest’anno il terminal crociere alla banchina 14, dotato di aria condizionata, che può essere utilizzato da tutte le persone in attesa di imbarco. A disposizione anche la sala della vecchia biglietteria, sempre climatizzata, che si trova al piano terra della sede dell’Autorità di sistema portuale del mare Adriatico centrale.

La sala operativa del porto di Ancona

Nella zona della biglietteria poi, in via Einaudi, sono operative oggi quattro persone della Protezione civile regionale, che collaborano alla canalizzazione del traffico e, se necessario, distribuiscono acqua a chi è in fila anche lungo via Mattei, fino alla confluenza con la Flaminia. Sempre in biglietteria, è presente un presidio della Croce Rossa Italiana, con un’ambulanza e tre operatori.

Lunghe file agli imbarchi già di buonora in questo primo sabato di agosto. Sono stimati 40 mila passeggeri in arrivo e partenza dal porto dorico in questo weekend. Numeri che si confermano in costante crescita di settimana in settimana, con percentuali a due cifre rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. La Grecia è la direttrice più gettonata, con 23.500 persone, 10 mila per la Croazia, 3.700 sulla tratta per l’Albania. Già ieri (4 agosto) nello scalo dorico sono sbarcati i 2.800 turisti di Msc Sinfonia, curiosi di scoprire il capoluogo e il territorio circostante, ai quali si sono aggiunte le 15.300 persone che arrivano e partono da Ancona. Oggi saranno 13.500 e domani 11.200. Numeri da record, da venerdì a domenica, che superano del +13% il traffico passeggeri dello stesso periodo dello scorso anno quando le persone in transito ad Ancona furono 35.300. Le navi in arrivo e partenza sono 17, rispettivamente 7 per la Grecia e la Croazia e 3 per l’Albania. Le auto in transito nel porto dorico in questo fine settimana sono 8 mila, 54 i bus, 1.200 i tir.

«Anche questo weekend è di grande afflusso – commenta il presidente dell’Autorità di sistema portuale del mare Adriatico centrale, Rodolfo Giampieri -, con numeri che rafforzano l’importanza, per traffico merci e passeggeri, verso l’altra sponda. Un risultato, questo, che conferma il ruolo strategico del porto di Ancona al centro dell’Adriatico. Per gestire questo forte traffico nella maniera migliore – aggiunge Giampieri -, è fondamentale la collaborazione e il coordinamento esistenti fra tutti i soggetti che operano al porto sia quelli deputati ai controlli che quelli ai servizi ai mezzi e ai passeggeri».

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X