facebook rss

La polizia scientifica porta
in piazza il suo Moving Lab

INIZIATIVA – E' nelle Marche il furgone laboratorio itinerante degli investigatori della polizia che spiega al pubblico come vengono effettuate le indagini più complesse per l'analisi delle scene del crimine. Il 3 settembre sarà ad Ancona alla Festa del Mare
martedì 22 Agosto 2017 - Ore 17:17
Print Friendly, PDF & Email

Il Moving Lab della polizia scientifica

La polizia scientifica porta nelle piazze marchigiane il suo “Moving Lab”, il furgone laboratorio itinerante con tutti gli strumenti, i segreti e le tecniche utilizzati dagli investigatori per analizzare le scene del crimine. Dal controllo dei documenti nella banca dati al fotosegnalamento con linea wi-fi dedicata, dall’analisi di stupefacenti al rilevamento delle impronte, dal campionamento del dna e alla preparazione di identikit, si tratta di un vero e proprio ufficio operativo mobile della polizia scientifica. Uno dei due laboratori mobili allestiti finora dal Minsitero dell’Interno e dalla Direzione centrale anticrimine della polizia resterà fino al 3 settembre a disposizione del gabinetto interregionale di polizia scientifica Marche-Abruzzo, guidato da Massimiliano Olivieri. Domani il laboratorio itinerante sarà a Pesaro, il 24 a Pescara, il 29 a San Benedetto del Tronto e il 31 a Fermo, prima di concludere il suo giro ad Ancona il 3 settembre in occasione della Festa del Mare. La questura di Ancona ha in programma anche delle proposte di attività ludiche per i più giovani che, cimentandosi come piccoli operatori della scientifica, potranno sperimentare le tecniche di rilevazione delle impronte digitali o partecipare a giochi interattivi multimediali.

Da destra, la dirigente della squadra volante Cinzia Nicolini con il dirigente del gabinetto interregionale della polizia scientifica Massimiliano Olivieri illustrano le iniziative del Moving Lab

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X