facebook rss

Castelfidardo, la trattoria ‘Da Dionea’
cambia gestione dopo 104 anni

LA SVOLTA - Vanno in pensione Lello e Mirella Fabi. La famiglia che ha fatto la storia culinaria di Castelfidardo è titolare del locale da 4 generazioni. "E' stata per noi una decisione sofferta e dolorosa" dicono. Tanti i vip che si sono seduti a tavola. La nuova conduzione manterrà il nome, l'insegna e il menù tradizionale.
venerdì 8 settembre 2017 - Ore 19:04
Print Friendly, PDF & Email

La festa per i 100 anni della Trattoria Da Dionea, nel 2013

Una nuova gestione per la storica trattoria ‘da Dionea’ di Castelfidardo. I titolari vanno in pensione e l’insegna di quello che, per un secolo, è stato il locale simbolo di Castelfidardo, gestito in successione da almeno 4 generazioni di un’unica famiglia, è stata rilevata da un ex dipendente. Secondo gli accordi, il nuovo proprietario dovrà proseguire la tradizione culinaria del ristorantino, lasciando nel menù tagliatelle, gnocchi fatti a mano e arrosti. Soprattutto dovrà garantire il mantenimento dello stesso nome. L’annuncio della cessione di attività è stato dato oggi dalla famiglia Fabi sui social media, con un post commovente, che ha ricevuto tanti like e messaggi affettuosi di clienti, non solo castellani.

“Dopo 104 anni di conduzione della nostra famiglia, il 18 settembre la trattoria Dionea passa a una nuova gestione. E’ stata per noi una decisione sofferta e dolorosa, ma è giunto il momento per Lello e Mirella di godersi la meritata pensione – hanno scritto Simona e Daniele Fabi, i figli insieme a Raffaele (Lello) e Mirella gli attuali titolari presto in pensione- La vita in trattoria ci ha richiesto tante energie, ma quello che abbiamo ricevuto è stato molto di più: ogni cliente passato da noi ci ha donato tanto, da quelli più socievoli e soddisfatti che sono diventati cari amici, a quelli scontenti che ci hanno stimolato a migliorarci. Ci sentiamo quindi di condividere con voi, la nostra ‘famiglia allargata’ questa ultima decisione”.

Il ristorantino che ha fatto la storia culinaria di Castelfidardo deve il suo nome a Dionea Fabbri, la madre di Lello, morta a 87 anni nel 2009. Seconda di quattro fratelli, Vincenzo, Lamberto e Aurelio titolati della Autolinee Fratelli Fabbri, Dionea, donna dinamica, aveva avuto l’intuizione di rilanciare e modernizzare la vecchia osteria di famiglia aperta nel 1913 negli stessi locali di via Soprani. La fama delle sue tagliatelle al ragù è cresciuta con la notorietà del distretto degli strumenti musicali di Castelfidardo negli anni del dopoguerra, quando nel boom economico anche gli operai si fermavano a mangiare da lei, antesignana delle moderne tavole calde. La tradizione ai fornelli ha resistito al logorio del tempo e alla concorrenza della nouvelle cousine, grazie anche alla serate del ‘Mercatino Castellano’, di Ingirogustando e del Pif, alla movida di tutte le stagioni che ha indirizzato alla trattoria, recensita da TripAdvisor, i buongustai di ogni età.

Con loro si sono seduti a tavola anche tanti vip: dall’olimpionica Sara Simeoni agli attori Franco Nero, Martina Colombari, Barbara Chiappini, Deborah Caprioglio, ai musicisti Niccolò Fabi e Crtisticchi, alle star internazionali del Premio Fisarmonica fino agli uomini della politica, ultimo dei quali, in ordine temporale, Luigi di Maio. Nel 1978 Dionea aveva perso il marito Orlando Fabi ed il figlio Lello l’ha affiancata nel lavoro. Nel 2013 era stata organizzata una grande festa per celebrare il traguardo dei 100 anni di cucina. Per i saluti finali invece non sono in programma festeggiamenti, “ma ci farebbe davvero piacere se le lacrime di commozione che sentiamo dentro – ammette Simona Fabi- si trasformassero in sorrisi e abbracci dei nostri clienti in questa ultima settimana di lavoro che coinciderà con il clima di festa del Premio internazionale della Fisarmonica a Castelfidardo”.

Lello e Mirella con il cantautore Cristicchi

La sua famiglia ringrazia “con tutto il cuore coloro che hanno mangiato ‘da Dionea’ in questi 104 anni. E’ stato per noi un onore e un privilegio potervi servire. Ringraziamo anche il personale che ha lavorato con noi. – chiude il messaggio lanciato su facebook dai Fabi – Siamo fiduciosi che chi prenderà la gestione proseguirà con la nostra cucina e il nostro clima familiare. Il passaggio del testimone avverrà il 18 settembre, fino a quella data saremo sempre aperti per chi vorrà mangiare ancora una volta in nostra compagnia. Grazie davvero di cuore!”

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X