facebook rss

Tavole da windsurf rubate:
tre giovani studenti nei guai

INDAGINI - Il furto denunciato ai carabinieri di Numana da un giovane anconetano. La refurtiva, per un totale di 5mila euro, trovata a casa di un 19enne e un 20enne di Recanati e di un 21enne di Gaeta in campeggio a Porto Recanati. Denunciati per ricettazione in concorso. Per loro proposto anche un foglio di via da Numana e Sirolo
sabato 9 settembre 2017 - Ore 12:37
Print Friendly, PDF & Email

 

Tavole da windsurf rubate: tre giovani nei guai per ricettazione. E’ successo tra Numana e Porto Recanati. Tutto ha avuto inizio il 5 settembre quando un giovane anconetano aveva denunciato ai carabinieri di Numana il furto di materiale da windsurf e stand up paddle. I militari hanno avviato le indagini e pochi giorni dopo hanno fermato uno studente 19enne di Recanati a Scossicci: era in acqua con una delle tavole rubate. Così è scattata la perquisizione sia nello stabilimento di Porto Recanati dove il ragazzo è stato sorpreso, sia nella propria abitazione. Sono saltate fuori altri attrezzi da surf risultati rubati. A quel punto i carabinieri hanno esteso le perquisizioni anche ad altri due ragazzi: un 20enne residente a Recanati e un 21enne di Gaeta in vacanza in un campeggio di Porto Recanati. E qui sono saltate fuori gli altri attrezzi da surf rubati che mancavano all’appello. Tutta la refurtiva, dal valore di circa 5mila euro, è stata restituita al legittimi proprietario, mentre i tre ragazzi sono stati denunciati per ricettazione in concorso.  Per tutti e tre inoltre, è stato proposto il foglio di via obbligatorio da Numana e Sirolo per tre anni.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X