facebook rss

Menichelli svela la statua di Wojtyla
“Segno del tempo che abbiamo condiviso”

ANCONA – Inaugurata nel pomeriggio al Duomo l'opera realizzata dall'artista Albano Poli e donata dal cardinale alla città (Fotogallery)
Print Friendly, PDF & Email

“Non è un modo per ricordare il mio passaggio in questa città, ma la memoria di un tempo condiviso con la comunità, di momenti belli e anche di tribolazioni, un ringraziamento per il bene ricevuto”. Così il cardinale Edoardo Menichelli ha presentato l’opera donata ad Ancona e svelata oggi pomeriggio nella zona della torre campanaria della Cattedrale. La statua di bronzo fuso alta circa tre metri e intitolata “Sulle strade della meditazione” rappresenta un Papa Giovani Paolo II piegato dalla malattia e assorto, come lo si è visto nell’ultima fase del suo papato. L’opera è stata commissionata all’artista di Verona Albano Poli ed è stata donata dall’arcivescovo Menichelli, al termine dei suoi 13 anni di episcopato nell’arcidiocesi di Ancona e Osimo. Nel pomeriggio la cerimonia per la benedizione della statua, davanti ad un pubblico numeroso, presenti il sindaco Mancinelli e delle autorità. Il cardinale Menichelli ha aggiunto che la scultura “ricorda anche il legame di Ancona con Giovanni Paolo II, che è stato qui varie volte, e con altri papi, come Pio II e Benedetto XVI”. Domenica prossima alle 17 in Cattedrale la messa di saluto di Menichelli alla arcidiocesi, domenica primo ottobre l’ingresso ufficiale del suo successore, monsignor Angelo Spina.

(Foto Giusy Marinelli)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X