facebook rss

Rischia di finire dal prefetto
la chiusura del servizio radiologia

CAMERANO - Scontro nell'ultimo consiglio regionale tra il presidente Ceriscioli e la consigliera pentastellata Romina Pergolesi che chiedeva delucidazioni in merito. Il governatore delle Marche si è rifiutato di rispondere all'interrogazione
giovedì 28 Settembre 2017 - Ore 18:56
Print Friendly, PDF & Email

L’aula del Consiglio regionale (foto d’archivio)

La chiusura del Servizio di Radiologia del Poliambulatorio di Camerano (leggi l’articolo), oggetto di una question time e due interrogazioni dei 5 Stelle, rischia di finire sul tavolo del Prefetto. La consigliera regionale Romina Pergolesi, insoddisfatta del rifiuto di Ceriscioli di dare una risposta ad una sua interrogazione, iscritta regolarmente all’Ordine del Giorno dell’Assemblea Legislativa, ha dato una settimana di tempo al presidente per avere il dovuto riscontro ai quesiti posti con l’Interrogazione n. 446 del 6 Luglio 2017. La consigliera pentastellata non esclude la possibilità di rivolgersi direttamente agli organi di vigilanza competenti. Oggetto dell’accesa discussione avvenuta in aula lo scorso martedì è lo smantellamento del servizio pubblico, sito nel poliambulatorio di Camerano, presumibilmente senza la deliberazione di atti ufficiali da parte degli uffici competenti della Regione e dell’Asur.

Romina Pergolesi

“Mancare di rispetto ad un rappresentante delle Istituzioni è una prassi ormai consolidata da parte di questa amministrazione, ma rifiutarsi di rispondere ad un atto di sindacato ispettivo legittimamente ammesso in aula va ben oltre la carenza di democrazia” questa la pesante accusa della Pergolesi. “Per questo – prosegue la consigliera – ho dato una settimana di tempo al presidente per avere le dovute risposte alla mia interrogazione, dopodichè mi rivolgerò direttamente alla Prefettura”.

Il rifiuto del presidente della Giunta di dare una risposta all’interrogazione della consigliera del M5S ha innescato un vivace diverbio durante la seduta del Consiglio. Ceriscioli avrebbe definito “una perdita di tempo” il dover discutere nuovamente della chiusura del Servizio di Radiologia del Poliambulatorio di Camerano, visto che lo stesso aveva già risposto ad una precedente Question Time, anche questa presentata dalla Pergolesi; la consigliera pentastellata ha replicato che, seppur trattando lo stesso tema, i quesiti posti sono diversi e la questione è tutt’altro che chiarita.

La Pergolesi si dichiara preoccupata perché “dopo le diverse richieste di avere il numero di riferimento degli atti, tutte andate andate a vuoto, il dubbio che assale me ed il Consigliere Comunale Stefano Defendi, del M5S di Camerano che mi ha segnalato il caso, è che non esista alcun atto a supporto dell’interruzione di un Servizio Pubblico. Per Ceriscioli è una perdita di tempo affrontare certi argomenti, per noi del Movimento 5 Stelle è un dovere visto che la situazione delle Liste di Attesa nella Regione Marche ha raggiunto livelli inauditi”. E conclude con una critica al presidente del Consiglio: “Controllare l’operato della Giunta regionale è una prerogativa di ciascun consigliere, purtroppo la “bizzarra” gestione dei lavori dell’aula di Mastrovincenzo non ha garantito l’esercizio effettivo di questo mio diritto”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X