facebook rss

«Per Natale il centro torni a vivere»
I commercianti sperano
nell’aiuto del Comune

FABRIANO - Nel Complesso di San Benedetto il primo incontro delle associazioni e dei commercianti. La neo presidente dei negozianti Bartolini: "Penseremo all'allestimento delle luminarie, ma ci aspettiamo un sostegno del Comune"
lunedì 16 ottobre 2017 - Ore 20:26
Print Friendly, PDF & Email
I locali della pasticceria MImosa di prossima apertura in via Cialdini

I locali della pasticceria Mimosa di prossima apertura in via Cialdini

 

di Sara Bonfili

Il Natale quando arriva arriva, recitava un vecchio spot. A Fabriano è ancora più vicino, dato che vi albergano nuove speranze per far ripartire il commercio, allietare la cittadinanza, rivitalizzare la città colpita dalla crisi. Le associazioni onlus saranno chiamate “al rapporto” dall’amministrazione stasera alle ore 21 nel Complesso di San Benedetto in Piazza Fabi Altini,  per organizzare i lavori in vista delle festività natalizie, sul tema “il villaggio di Babbo Natale”.

L’associazione dei commercianti, intanto, capitanata dalla neopresidente Antonella Bartolini, ristoratrice, fa sapere che spetterà a loro l’allestimento delle luminarie del centro storico, con un probabile contributo del Comune e che molte idee sono al vaglio del loro consiglio. Alcune attività stanno per aprire, in locali storicamente frequentati, come il Club Aera (leggi l’intervista) nell’ex cinema Giano e la pasticceria-vinoteca Mimosa lungo il corso. I commercianti associati puntano anche a queste due novità.

«Sono presidente solo da un mese, con me ci sono sei consiglieri, addetti ad ambiti specifici; ce n’è anche uno addetto alla comunicazione con gli  associati: una novità quella di allargare il consiglio che renderci più efficienti. Abbiamo ripreso a raccogliere le adesioni dal mese di giugno. Con le quote associative (25 euro al mese per gli associati ndr.) vorremmo contribuire per far qualcosa di nuovo, che rivitalizzi il centro e faccia ripartire gli acquisti, spiega Bartolini – Per noi è importante sapere se il Comune beneficia di un fondo per organizzare altre manifestazioni, di modo da capire come muoverci. E per questo attendiamo un incontro con gli amministratori».

Isabella Bartolini, presidentessa dell'associazione commercianti di Fabriano

Antonella Bartolini, presidentessa dell’associazione commercianti di Fabriano

Ci interessa sapere come sarà il centro  durante le festività. «So che lo scorso anno quasi la totalità dell’affitto delle luminarie è stato sostenuto dai commercianti – risponde – Il Comune sosteneva il pagamento della corrente elettrica. Non sappiamo ancora se cambierà qualcosa».

Quali sono le difficoltà della gestione di una rete di commercianti del centro storico?, chiediamo. «La nostra rete vanta un sessantina di commercianti. Una buona parte non partecipa, circa il 50% , forse perché è stato più difficile coinvolgere i negozianti lontani dal corso principale, anche se noi ci rivolgiamo a tutti  quelli del centro storico, cioè all’interno delle mura».

«Le attività nuove che nascono possono essere un catalizzatore, portano un flusso di visitatori in più. Vista la crisi e le difficoltà vogliamo organizzare e allietare gli animi il più possibile. Ecco – conclude – un incontro con gli amministratori sarebbe utile anche per programmare un nostro calendario di aperture domenicali, serali o di eventi in collaborazione con l’ufficio eventi comunale, che tra l’altro pubblicizza anche le iniziative di associazioni e gruppi».

l'ingresso dell'ex cinema Giano

I locali dell’ex cinema Giano in via Cialdini

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X