facebook rss

L’ospedale di Torrette si tinge di rosa
per l’ottobre della prevenzione

ANCONA - Accesa la luce colorata che filtra dalle finestre della struttura sanitaria per ricordare il mese contro il tumore al seno. Continua anche la campagna di screening gratuito dal 26 al 29 ottobre
martedì 17 ottobre 2017 - Ore 20:11
Print Friendly, PDF & Email

L’ospedale regionale di Torrette illuminato di rosa per il mese della prevenzione dei tumori al seno

 

L’ospedale regionale di Torrette si tinge di rosa. L’Umberto I è stata la prima struttura sanitaria regionale e tra le prime in Italia ad aver acceso le luci colorate per il mese della prevenzione dei tumori al seno. Un’iniziativa a cui hanno aderito moltissime città che hanno illuminato i loro monumenti di rosa. Il Comune di Ancona ha scelto l’Arco di Traiano ed il Monumento ai Caduti del Passetto. La Clinica Oncologica e la Fondazione Ospedali Riuniti di Ancona onlus ha lanciato l’idea anche per l’ospedale di Torrette. Idea appoggiata in pieno dalla Direzione Generale.Quest’anno è il 25esimo anniversario da quando Evelyn H. Lauder nel 1992 ideò il Nastro rosa simbolo della lotta al tumore femminile.

«Noi crediamo nella possibilità di guarire dai tumori e usiamo anche i colori per seminare la speranza. L’Ospedale in rosa è il simbolo del futuro possibile, fatto di tanta prevenzione per e da parte delle donne. I verbi di questo ottobre in rosa sono non ammalarsi e guarire» afferma Michele Caporossi, direttore generale di Ospedali Riuniti di Ancona.

Il tumore al seno colpisce una donna su 8 nell’arco della vita, con circa 50 mila nuove diagnosi ogni anno. Grazie ai progressi della ricerca, ammalarsi oggi di tumore al seno è però diverso da 25 anni fa, quando di tumore al seno non si parlava diffusamente come oggi, perché la sopravvivenza a cinque anni dalla diagnosi è cresciuta fino all’87 per cento (Aiom e Airtrum, I numeri del cancro in Italia 2016).
E negli ultimi anni ulteriori miglioramenti si sono avuti grazie all’istituzione della “Breast Unit”, un team multidisciplinare di specialisti costituito da chirurghi senologi, radiologi, anatomo-patologi, radioterapisti, oncologi, infermieri, chirurghi plastici, e fisioterapisti, che si occupa di patologie mammarie e che a Ospedali Riuniti di Ancona è coordinato da Rossana Berardi, direttrice della Clinica Oncologica. «La “Breast Unit” − spiega − segue la paziente dalla diagnosi al trattamento programmando visite ed esami: una presa in carico a 360 gradi, che ha l’obiettivo di accelerare i tempi del percorso terapeutico, personalizzarlo e migliorarlo, sollevando la paziente dall’incombenza di fare tutto da sola»

In occasione del “nastro rosa”, prosegue anche la Campagna per la prevenzione dei tumori al seno. Saranno possibili visite senologiche e consulenza di genetica oncologica gratuite dal 26 ottobre al 29 ottobre, telefonando alla Fondazione Ospedali Riuniti, dal lunedì al venerdì dalle ore 8,30 alle ore 12,30 (tel. 071 596.3741).

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X