facebook rss

Minaccia di gettarsi nel vuoto,
salvato dalla polizia

ANCONA – Il 28enne è stato bloccato dai poliziotti, accorsi alla chiamata di un passante che ha notato il ragazzo seduto sulle mura di via XXIX Settembre
martedì 7 novembre 2017 - Ore 15:33
Print Friendly, PDF & Email

Polizia in via XXIX Settembre in una foto d’archivio

 

La polizia lo ha trovati seduto sulle mura di via XXIX Settembre, con le gambe già penzoloni nel vuoto, mentre stava ripetendo a sé stesso di volersi buttare sulla strada sotto di lui a diversi metri di altezza. Solo il pronto intervento degli agenti della squadra volante è riuscito a bloccarlo dal suo intento. L’intervento nella notte tra lunedì e martedì, quando un passante ha chiamato il 113 per lanciare l’allarme. Sul posto sono accorsi i poliziotti, ma alla vista delle divise, il ragazzo ha iniziato a gridare e minacciare il suicidio se non si fossero allontanati. Così, mentre uno degli agenti stava cercando di assecondare il giovane, l’altro è riuscito ad avvicinarlo alle spalle senza essere visto, afferrandolo e tirandolo in salvo. Un intervento difficile, per il ragazzo, un 28enne di origine polacca, ha tentato di divincolarsi per scappare. Una volta bloccato, i poliziotti hanno cercato di rassicurarlo, fino all’arrivo del personale medico del 118 a cui è stato affidato per le cure.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X