facebook rss

Ladri inarrestabili:
altri 6 colpi messi a segno
Rubati anche attrezzi edili

ANCONA – Ieri pomeriggio, sono stati 5 gli appartamenti passati in rassegna dalla banda che sta imperversando in tutta la città. Rubati gioielli, contanti e persino una macchinetta del caffè con le cialde. In un casa, banditi messi in fuga da un cane. Blitz anche in un cantiere per rubare strumenti necessari a compiere altri furti.
sabato 18 Novembre 2017 - Ore 16:54
Print Friendly, PDF & Email

Segni del passaggio dei ladri in un appartamento di via Cingoli

 

Ondata di furti in città, altri 5 appartamenti svaligiati dai ladri, un sesto colpo è stato tentato ma è andato a vuoto. Il malloppo è di alcune decine di migliaia di euro. Non si arrestano i colpi assestati dalla banda di ladri che da inizio settimana sta passando in rassegna quasi tutti i quartieri del capoluogo dorico. Ieri pomeriggio ad essere preso di mira è stato un intero condominio di via Cingoli con tre le abitazioni finite nel mirino della gang. Sotto scacco anche un appartamento di via Quarnaro, a pochi passi dalla stazione, e una casa in ristrutturazione e attualmente disabitata in via Bramante, vicino alla questura. Da qui, però, i malviventi non avrebbero portato via oro e contanti, ma attrezzi edili da poter utilizzare per altri colpi, come frullini e cacciaviti. Gli stessi strumenti, sempre nella giornata di ieri, sarebbero stati rubati da un cantiere allestito in via Marconi. Per quanto riguarda gli appartamenti, la banda ha messo in atto lo stesso modus operandi utilizzato per i precedenti furti. In via Cingoli, i ladri si sono arrampicati lungo le grondaie del condominio per poi entrare al primo e secondo piano del palazzo aprendo un varco nella finestra del balcone. In due appartamenti sono stati rubati preziosi, monili in oro e anche contanti. Al piano terra dello stesso stabile, invece, si sono introdotti in casa scardinando lo stipite della portafinestra, proprio a pochi centimetri dal portone d’ingresso. Una volta dentro, hanno trovato ad aspettarli il cane dei proprietari di casa, un Carlino.

L’animale avrebbe iniziato a ringhiare così forte da mettere in fuga i banditi, non prima di aver preso dalla cucina  cioccolatini, tre lattine di Coca Cola e persino la macchinetta del caffè compresa di alcune cialde. In via Quarnano, il colpo più grosso al piano terra di un piccolo condominio. Dall’abitazione sarebbe stato rubato un bottino fatto di gioielli, orologi e contanti. Tra via Marconi e via Bramante la gang ha compiuto raid per intascarsi strumenti edili (cacciaviti, frullini e mazze) necessari ad allungare la scia dei furti.

Ladri scatenati: smurata una cassaforte dall’appartamento

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X