facebook rss

Shopping con la borsa
dal doppiofondo: arrestata per furto,
finge il malore in tribunale

ANCONA – La polizia ha stretto le manette attorno ai polsi di una 28enne romena che ieri pomeriggio ha tentato il colpo in un negozio della Baraccola con una complice, sfuggita alla cattura. In tribunale, l’arrestata è caduta dalla sedia per un presunto malore, ma il giudice non ci è cascato
mercoledì 22 Novembre 2017 - Ore 17:25
Print Friendly, PDF & Email

La borsa utilizzata dalla ladra per rubare i profumi

 

Tenta il furto di profumi da uomo nascondendoli nel doppiofondo della borsa: scoperta e arrestata dalle Volanti una 28enne romena, già protagonista di altri colpi ai danni di esercizi commerciali del centro Italia. La donna, portata oggi in tribunale per la direttissima, ha accennato un lieve malore, cadendo dalla sedia dove era seduta. La straniera si è ripresa in fretta, tanto da insospettire il giudice sulla realtà del mancamento. Non c’è stato neanche bisogno dell’intervento dei sanitari, arrivati prontamente al quinto piano del Palazzo di Giustizia e tornati indietro con l’ambulanza vuota. La donna se ne è andata dall’aula con le proprie gambe. Alla fine, l’arresto è stato convalidato e per lei sono stati disposti gli arresti domiciliari a Chieti, dove vive con il compagno e il figlioletto. Per il colpo in un negozio di via Buozzi, alla Baraccola, la romena si è servita di una complice, scappata alla cattura della polizia.  Mentre una faceva il palo, l’ altra toglieva i profumi dalle confezioni riuscendo a tagliare anche le placche antitaccheggio, mettendo poi il tutto all’interno di una borsa con sottofondo. Entrambe si sono dirette verso le casse dove hanno mostrato frettolosamente solo un pacco di pannolini da pagare. La scena non ha convinto la security che immediatamente ha chiamato la polizia. Una è riuscita a scappare, la 28enne è stata fermata. Gli agenti hanno visionato minuziosamente  la borsa, trovando nel doppiofondo profumi per un valore complessivo di 250 euro. Nella giacca, sono stati scovati 4 mila e 400 euro in contanti.

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X