facebook rss

Tanti giovani alla Cri Osimo
per parlare di sesso sicuro

PREVENZIONE - Successo di pubblico per 'Ama Bene Ama Sano' la manifestazione organizzata nella sede di via Molino Mensa. Luigi Quaresima, dirigente medico del reparto di Urologia all’Ospedale di Civitanova Marche ha sottolineato l’importanza della contraccezione, soprattutto del preservativo, l’unico metodo in grado di proteggere da qualunque malattia. I casi di Hiv nel mondo sono aumentati
giovedì 25 Gennaio 2018 - Ore 17:28
Print Friendly, PDF & Email

Ha visto la partecipazione di molti giovani l’incontro ‘Ama Bene Ama Sano’ organizzato dai giovani del comitato per rispondere a dubbi e curiosità sul sesso. A parlare esperti in materia che ne hanno dato anche una lettura clinica. “Si è parlato di sesso, ma soprattutto di sesso sicuro. – spiega una nota stampa dell’associazione socio-sanitaria- L’incontro Ama Bene Ama Sano, organizzato sabato 20 gennaio dalla Croce Rossa Comitato di Osimo nell’ambito delle attività verso la Gioventù, ha raccolto molte presenze. In sala si sono contate oltre 40 teste, attente ad ascoltare gli interventi dei relatori. Dopo l’introduzione della consigliera del Comitato Jamaica Scopini e della consigliera giovani, Giulia Canullo, e i saluti dell’amministrazione comunale portati dall’assessore alla Sanità, Daniele Bernardini, l’incontro è iniziato. A parlare per prima la dottoressa Marianna Agostinelli, psicologa e sessuologa, che ha attraversato con i giovani presenti in sala il percorso delle emozioni, dall’adolescenza fino all’età adulta. Con citazioni poetiche e alcune slide, la dottoressa ha esposto i dubbi più comuni che un giovane può avere quando va incontro all’innamoramento, ma anche i pensieri di chi, ingenuamente, affronta il sesso senza protezioni”.

A seguire, poi, ha preso la parola Luigi Quaresima, dirigente medico del reparto di Urologia all’Ospedale di Civitanova Marche. Il dottore ha sottolineato l’importanza della contraccezione, soprattutto del preservativo, l’unico metodo in grado di proteggere da qualunque malattia. Il medico ha inoltre spiegato i sintomi e l’insorgenza delle principali patologie trasmissibili sessualmente, incidenti in particolare tra i giovani con meno di 35 anni. “Per ultima – chiude il comunicato stampa – è intervenuta la dottoressa Valeria Bezzeccheri, ginecologa del consultorio familiare di Ancona. Con un approccio giocoso e professionale ha affrontato il tema dei virus sessualmente trasmissibili e di come questi si contraggono, sottolineando la mancata informazione tra i giovani di oggi. Ogni anno, infatti, in Italia, i nuovi contagi superano le 4mila persone. A concludere l’incontro un piccolo quiz, a cruciverba, in cui i giovani in sala hanno potuto dimostrare le conoscenze acquisite, aiutati dai Giovani Cri. E per rompere il tabù tutti insieme, i partecipanti hanno infine rotto, letteralmente, un cartellone con la scritta ‘RompiAmo il tabù’, nella speranza di poter parlare, in futuro, liberamente di sesso e di come proteggersi”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X