facebook rss

Mima il taglio della gola e si scatena
contro i poliziotti: arrestato 23enne

ANCONA – Prima provoca gli agenti con un ombrello, poi li prende a calci e pugni. La furia è continuata all'interno della volante, dove ha cercato di sfondare a calci i finestrini
sabato 3 febbraio 2018 - Ore 17:54
Print Friendly, PDF & Email

Polizia (foto d’archivio)

Dà in escandescenze e si scatena contro i poliziotti, arrestato un giovane 23enne per resistenza, minacce a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato. La scena folle venerdì sera attorno alle 21.30 in via Giordano Bruno, quando gli agenti hanno notato il ragazzo che ha iniziato ad agitare un ombrello non appena ha visto i poliziotti della squadra volante. La provocazione è andata avanti, con il ragazzo che ha preso a mimare il gesto del taglio della gola. Gli agenti si sono perciò avvicinati per controllare l’identità del ragazzo e qui è scattata la furia del 23enne, che si è avventato a colpi di calci e pugni sui poliziotti. Gli agenti sono riusciti ad immobilizzarlo senza riportare ferite, ma la reazione del ragazzo non si è placata: una volta dentro l’auto della polizia, ha iniziato a prendere a calci i finestrini e la paratia di plexiglas che divide l’abitacolo dai sedili posteriori. In questura, il 23enne è stato identificato come G. E., nigeriano in regola con il permesso di soggiorno. L’arresto è stato convalidato questa mattina dal gip, il ragazzo è stato rimesso in libertà con l’obbligo di presentazione in questura due volte al giorno.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X