facebook rss

Sfreccia contromano alla Baraccola
e tenta di speronare gli agenti:
23enne arrestato

ANCONA - L'uomo, senza fissa dimora, è stato intercettato dalla Polizia Municipale, mentre percorreva via Albertini a bordo di un camioncino rubato in provincia di Foggia. Appena vista la pattuglia, si è dato alla fuga per poi essere inseguito e fermato dagli agenti. E' risultato positivo all'alcooltest
Print Friendly, PDF & Email

Il furgone utilizzato dal 23enne

A bordo di un furgone rubato, sfreccia contromano lungo via Albertini. Appena vede la pattuglia della Municipale, spinge sull’acceleratore e tenta di speronare più volte l’auto di servizio. Arrivato in un vicolo cieco, scende dal mezzo in corsa – che si va a schiantare contro una vettura posteggiata – e si dà a una precipitosa fuga a piedi. Durata poco. Gli agenti guidati dal comandante Liliana Rovaldi lo accerchiano e lo arrestano. È stato un inseguimento da film quello avvenuto alla Baraccola ieri pomeriggio, attorno alle 16. A finire in manette è stato un romeno di 23 anni, senza fissa dimora. L’uomo è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale. Contestata anche la guida in stato di ebbrezza, perché il tasso alcolemico rilevato eccedeva di quattro volte quello consentito. Il camioncino da lui condotto è risultato essere rubato lunedì in provincia di Foggia. Sul mezzo, sono stati trovati attrezzature edili. Di qui, il sospetto che l’uomo possa essere un presunto ladro in cerca di attività commerciali della Baraccola da prendere di mira. Tutto è iniziato con un semplice controllo del territorio da parte della Municipale. In via Albertini, gli agenti si sono imbattuti nel camioncino che sfrecciava contromano. Subito è partito l’inseguimento. Più volte, il romeno ha sfiorato lo schianto con altre vetture. E più volte ha tentato di speronare l’auto dei vigili urbani. Messo alle strette, il 23enne si è lanciato fuori dall’abitacolo mentre il mezzo proseguiva la sua corsa. Si è cambiato il giubbetto che aveva addosso, evidentemente per cercare di mettere fuori strada gli agenti, e poi ha iniziato a correre per evitare il controllo. Non c’è stato nulla da fare. In tribunale, questa mattina, il giudice ha convalidato l’arresto e rimesso in libertà il romeno, domiciliato a Barletta ma di fatto senza fissa dimora.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page