facebook rss

Spacca il lunotto dell’auto dell’ex moglie:
arrestati un 45enne e la sua compagna

JESI - Per entrambi le accuse sono stalking e danneggiamento, quest'ultimo reato avvenuto nel parcheggio dell'ospedale Urbani. Il vetro sarebbe andato in frantumi con il lancio di una candela d'avviamento. All'origine, motivi di natura economica
Print Friendly, PDF & Email

foto d’archivio

 

Avrebbero spaccato il lunotto dell’auto di un’infermiera dell’ospedale di Jesi, lanciando contro il vetro una candela d’accensione del motore. Poi sarebbero scappati, pensando di non essere acciuffati. Non avevano fatto i  conti con un accorgimento della proprietaria della vettura che, stanca di subire danneggiamenti alla carrozzeria, aveva installato a bordo una telecamera per riprendere gli eventuali malfattori. È con le riprese della spycam che i carabinieri sono riusciti ad acciuffare i presunti autori del danno. Sono un 45enne la sua compagna di 42, residenti nell’Anconetano. L’uomo è l’ex marito dell’infermiera a cui ha mandato in frantumi il vetro dell’auto. Entrambi sono stati arrestati lo scorso martedì e oggi sono stati portati in tribunale per la convalida d’arresto. A entrambi, la procura contesta il danneggiamento del veicolo, avvenuto nel parcheggio dell’ospedale Urbani, e lo stalking. Sulla coppia, infatti, penderebbero denunce pregresse da parte della vittima che – secondo quanto raccontato  dalla donna – sarebbe stata al centro delle persecuzioni architettate dal suo ex marito. All’uomo è stato anche sequestrato un coltello con una lama di 20 centimetri che teneva nella giacca. Nel cruscotto del’auto della donna, da cui sarebbe partita la candela, è stata trovata una fionda. Non è escluso che l’arma possa essere stata utilizza per lanciare il dispositivo contro la vettura della vittima. Il gip ha convalidato entrambi gli arresti. Si è riservato sulla misura cautelare da disporre per la coppia di fidanzati. Lui, dopo il blitz dei militari, era stato portato a Montacuto. Lei, invece, era relegata ai domiciliari. Tutto si è verificato nel parcheggio del nosocomio. Le immagini avrebbero ripreso un’auto accostarsi a quella presa di mira. Al volante ci sarebbe stata la 42enne, mentre il compagno sarebbe stato l’autore del lancio. L’allarme è stato lanciato dall’infermiera appena uscita dall’ospedale. La coppia è stata rintracciata poco dopo e arrestata. Dietro il gesto, secondo quanto trapelato, ci sarebbero motivi di natura economica.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X