facebook rss

Beneficenza in musica
per Acquasanta (foto-video)

SOLIDARIETA' - Il presidente di Fabriano Pro Musica, Marco Agostinelli: «Questa è la prova che la musica apre vie solidali tra chi sparge bellezza. Faremo in modo che le prossime attività associative siano tutte di questo tenore». Il 16 febbraio la donazione e il concerto ad Acquasanta Terme
Print Friendly, PDF & Email

 

 

di Sara Bonfili

Un’amicizia tra scuole di musica culminata in una concreta azione di solidarietà. E’ il frutto dell’azione della associazione Fabriano Pro Musica che lo scorso 27 dicembre ha organizzato un bellissimo concerto dell’orchestra Concordia nel Teatro Gentile di Fabriano, con il patrocino del Comune, in collaborazione con il Relais Il Marchese del Grillo che ha offerto un aperitivo nel foyer. Il ricavato dell’aperitivo e dei biglietti di ingresso (al costo “politico” di 10 euro), 2.000 euro al netto delle spese, è servito per acquistare alcuni strumenti musicali per la Scuola di musica di Acquasanta. Questa, che gestisce la banda cittadina e la banda di Arquata del Tronto, ha chiesto alcuni strumenti dei tanti che ha perduto sotto le macerie del terremoto del 2016. Il Presidente dell’associazione Fabriano pro Musica Marco Agostinelli: «La nostra attività a favore della scuola di musica di Acquasanta è culminata con questa donazione e con il concerto che terremo il 16 febbraio ad Acquasanta, nel corso di un evento nazionale organizzato con l’Ambima (l’associazione delle bande nazionali).

In occasione del concerto doneremo questi strumenti. Ciò ci inorgoglisce e dimostra che la musica apre vie solidali tra chi semplicemente lavora per spargere bellezza. Grazie al Comune che ha patrocinato fornendo il teatro, grazie agli sponsor, all’azione benefica di Serena e Mario D’Alesio del Marchese del Grillo, perché grazie a loro il foyer era strapieno».«Di quanto incassato – prosegue  – sono avanzati 200 euro che useremo per le spese di viaggio, poiché i musicisti si esibiranno a titolo gratuito».   Grazie ai fondi sono stati quindi comprati un clarinetto, alcuni strumenti a percussione e una gran cassa da concerto nel negozio Principi di Macerata, che di fatto ha contribuito  proponendo un ottimo sconto.  La gran cassa, strumento costoso, non comune e nato per durare decenni e decenni, è stato esplicitamente chiesto dalla scuola di Acquasanta. Ancora Marco Agostinelli: «E’ nostra intenzione proseguire a impostare i nostri eventi con un tipo di politica popolare, di cui c’è bisogno nel nostro territorio, per aprire la musica alle fasce di popolazione che solitamente non frequentano il teatro».

Mario D’Alessio sottolinea il doppio binario, quello culturale, del legame tra musica, territorio, educazione dei ragazzi, e quello solidale, con la partecipazione sempre avuta dal ristorante nei confronti di chi è stato messo in difficoltà dal sisma.  «Anche noi abbiamo subito danni nella nostra struttura dopo il terremoto del ’97 , e quest’anno siamo stati vicini ai terremotati essendo presente nell’unità di crisi a Muccia. Mia sorella Serena ha cucinato nella grande “Amatriciana per Amatrice”che è stata organizzata subito dopo il sisma. Facciamo il possibile, quando c’è bisogno di solidarietà non ci tiriamo indietro».

L’attività dell’associazione Fabriano Pro Musica continuerà con la Popular School of Music, che propone le masterclass di tromba con Piercarlo Montemagi, di batteria con Roberto Bisello, a fine mese la masterclass per ragazzi con Agostinelli, e intende aprire queste lezioni al pubblico. Inoltre, con Fabrijazz, si è alla ricerca di sponsor, patrocini e grandi nomi che siano garanzia di eccellenza musicale e spettacolo per gli ascoltatori.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X