facebook rss

Hashish e marijuana:
arrestati due spacciatori
Uno aveva un rilevatore di microspie

ANCONA - Tra sabato e domenica sono finiti in manette un campano di 39 anni, trovato in possesso di due etti di droga, e un 20enne anconetano trovato a smerciare erba nei pressi dell'ex Stracca, un edificio già al centro di episodi di spaccio
Print Friendly, PDF & Email

La droga sequestrata

 

Uno teneva un mercatino della droga in casa. L’altro spacciava all’ombra dell’ex Stracca ai giovanissimi della zona. Per entrambi, l’attività illecita è finita nel weekend, quando i poliziotti sono intervenuti per arrestarli. In totale, sono sequestro sono finiti due etti e mezzo di sostanze stupefacenti, tra hashish, marijuana e cocaina. Il primo a finire sotto scacco per mano degli agenti della Squadra Mobile è stato un 39enne campano che, secondo i rilievi della polizia, preparava le dosi in casa e poi le spacciava ai clienti. Sabato sera è avvenuto il blitz, quando gli agenti hanno eseguito una perquisizione domiciliare e hanno rinvenuto la droga e il materiale atto al confezionamento, nonché denaro e un rilevatore elettronico di microspie ambientali. In casa sono stati trovati due panetti e altri frammenti di hashish per un peso complessivo di quasi 2 etti, mezzo etto di cocaina e qualche grammo di marijuana. L’altro spacciatore, un 21enne anconetano, è stato beccato ieri sera, attorno alle 21.30, orario in cui i poliziotti delle Volanti hanno effettuato un blitz in Largo Donatori di Sangue dove, nei pressi dell’Ex Stracca, avevano notato un gruppo di giovani confabulare tra loro vicino a una panchina. Alla vista della polizia, la combriccola ha tentato di darsi alla fuga, prendendo le scalette di via Montebello. Alla fine, è stato bloccato il 21enne dopo una breve colluttazione con gli uomini in divisa. Sottoposto a perquisizione personale, il giovane è stato trovato in possesso di una decina di grammi di hashish e soldi derivati, secondo i sospetti della polizia, dall’attività di spaccio. Entrambi i pusher compariranno questa mattina in tribunale per la convalida dell’arresto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X