facebook rss

Sprangate fuori dalla discoteca:
quattro anni agli aggressori

ANCONA - È la pena inflitta a due falconaresi di origine rom, ritenuti responsabili della violenza perpetrata all'esterno del Miami di Monsano, ai danni di una coppia di amici. Uno aveva riportato la lesione della mandibola e la frattura di uno zigomo
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

 

Quattro anni di reclusione ai rom che il 12 ottobre 2014, secondo l’accusa, avevano accerchiato e preso a sprangate due ragazzi di Filottrano, all’uscita dalla discoteca Miami. Questa la decisione presa oggi pomeriggio dal collegio penale, al termine del processo che vedeva imputati per lesioni gravi due falconaresi di origine rom, di 21 e 22 anni. Per entrambi, il pm Paolo Gubinelli aveva chiesto una pena di 8 anni di reclusione. Tra le aggravanti non riconosciute dal collegio penale c’è la contestazione di aver commesso il fatto con 5 o più persone. Il valore del risarcimento danni per le due parti civili, rappresentate dagli avvocati Laura Versace ed Eleonora Giretti, sarà quantificato in sede civile. Ma, nel frattempo, è stata stabilita una provvisionale di 15 mila euro per una delle due vittime, il 25enne che era stato lasciato dagli aggressori in una pozza di sangue. Il ragazzo, all’epoca dei fatti studente di Biologia all’università, aveva riportato ferite gravi al volto, tra cui la tumefazione di un occhio, la lesione della mandibola e di uno zigomo. L’inchiesta non è finita con la sentenza di oggi. Se il 22enne ha dovuto rispondere delle lesioni inflitte a entrambi i filottranesi, il 21enne è stato giudicato solo in base alla denuncia del 25enne. Si aprirà dunque un altro processo per definire i fatti di cui è vittima l’altro ragazzo di Filottrano, un cuoco di 21 anni. Era stato lui il primo a cadere a terra dopo i colpi subiti dal gruppetto che lo aveva accerchiato fuori dalla discoteca di Monsano. La comitiva voleva il suo cellulare. Con la negazione della richiesta, il giovane aveva ricevuto la prima sprangata e uno schiaffo. Con l’amico, la gang si era scatenata. Colpi violenti a ripetizione che avevano fatto crollare il 25enne in una pozza di sangue. Ancora oggi porta i segni della violenza subita.

Ragazzi presi a sprangate all’uscita della discoteca: chiesti 8 anni per gli aggressori

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page