facebook rss

Sorvegliato speciale viola
l’obbligo di soggiorno e si ritrova
con gli amici: arrestato

CHIARAVALLE - Il 31enne di Porto Recanati è stato controllato con altri due individui e poi arrestato ieri pomeriggio a Chiaravalle dai carabinieri durante un servizio di contrasto ai furti. Stamattina la convalida dell'arresto: dopo essere stato rimesso in libertà, il giovane è stato di nuovo sottoposto agli obblighi della sorveglianza speciale
Print Friendly, PDF & Email

foto d’archivio

Ieri pomeriggio i carabinieri di Chiaravalle, nell’ambito di specifici servizi diretti a contrastare i reati contro il patrimonio, hanno proceduto al controllo di 3 soggetti che per il loro atteggiamento davano motivo di sospetto. Durante le fasi del controllo emergeva che uno di loro, K. G. 31enne di origini tunisine, originario di Rimini ma residente a Porto Recanati, già noto alle forze dell’ordine anche per vicende legate al mondo della droga, era sottoposto alla misura della Sorveglianza Speciale con obbligo di soggiorno nel Comune del Maceratese. Stante la flagranza di reato, i carabinieri lo hanno dichiarato in arresto e, dopo le formalità di legge, lo hanno accompagnato presso l’abitazione di una sua conoscente a Montemarciano per rimanere al regime degli arresti domiciliari. Questa mattina, il gip del tribunale di Ancona nel convalidare l’arresto, ha rimesso in libertà il 31enne, il quale, subito dopo, è stato nuovamente sottoposto agli obblighi della Sorveglianza Speciale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X