facebook rss

“Mi hai tradito” e giù con insulti
e botte alla moglie: 48enne a processo

ANCONA - L'uomo, di origine olandese, dovrà rispondere dell'accusa di maltrattamenti in famiglia. Come parte offesa c'è l'ex coniuge con cui l'imputato aveva lasciato la terra d'origine per trasferirsi in Vallesina e aprire un bed and breakfast. Dopo la denuncia di lei, i due si sono separati, prendendo strade differenti
martedì 20 Marzo 2018 - Ore 15:36
Print Friendly, PDF & Email

Il tribunale

 

Preso dalla gelosia, avrebbe insultato la moglie nei luoghi pubblici del paese dove vivevano per fargliela pagare di presunti tradimenti da parte di lei. In più, ci sarebbero stati episodi di violenza, con la donna finita in un’occasione al pronto soccorso per le lesioni ricevute dall’ex marito. Un olandese di 48 anni, da tempo trapiantato in Italia, che questa mattina è stato rinviato a giudizio dal gup Paola Moscaroli con l’accusa di maltrattamenti in famiglia. Stando alle indagini, l’uomo avrebbe vessato l’ex moglie, sua connazionale e di un anno più giovane, tra il 2013 e il 2014. A innescare la violenza del 48enne sarebbe stata la gelosia e la rabbia provate nei confronti della donna, sentimenti nati dopo i presunti tradimenti di lei. I fatti si sono svolti in un piccolo paese della Vallesina dove i due si erano trasferiti nel 2008 per coltivare il loro sogno di vivere a stretto contatto con la natura. Proprio per questo, entrambi avevano avviato anche una struttura ricettiva che, dopo la loro separazione, è rimasta in mano alla 47enne. L’ex marito, infatti, ha lasciato la Vallesina. Pochi anni dopo il trasferimento dall’Olanda, le cose sarebbero iniziate a peggiorare. Stando alla versione della difesa, rappresentata dall’avvocato Giuseppe Cutrona, il naufragio del matrimonio sarebbe cominciato con la gelosia provata dall’imputato. Sarebbero nate continue discussioni, dove l’uomo avrebbe più volte insultato, anche pubblicamente, la donna, rimproverandole davanti a tutti le sue presunte scappatelle con altri uomini. In un’occasione, lei sarebbe stata anche picchiata. A quel punto, aveva deciso di chiedere la separazione e sporgere denuncia contro il 48enne, facendo di fatto infrangere quel sogno che li aveva spinti a lasciare l’Olanda per vivere insieme in campagna. Il processo nei confronti dell’uomo inizierà il prossimo 2 aprile. Dal canto suo, ha sempre respinto ogni contestazione mossa dalla procura e dall’ex moglie.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X