facebook rss

Droga ai giardini Morandi,
arrestati due spacciatori

SENIGALLIA - Due persone arrestate e quattro giovanissimi segnalati alla Prefettura come assuntori di sostanze stupefacenti. E' il bilancio del weekend di controlli antidroga disposti dal Comando Generale dell'Arma
Print Friendly, PDF & Email

La droga sequestrata dai Carabinieri di Senigallia.

di Talita Frezzi 

Due persone arrestate e quattro giovanissimi segnalati alla Prefettura come assuntori di sostanze stupefacenti. E’ il bilancio del weekend di controlli antidroga condotti dai carabinieri della compagnia di Senigallia e dalla Stazione di Montemarciano tra i giardini Morandi di Senigallia e il lungomare Buglioni di Marina di Montemarciano.
I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Senigallia hanno arrestato due pusher, il primo pizzicato ai giardini Morandi mentre nascondeva la droga nel doppio paio di mutande, il secondo individuato e fermato  nell’area di parcheggio di via Podesti. Si tratta di un “venditore ambulante” di cocaina. Nella “serata della Rotonda”, i carabinieri appostati ai giardini Morandi – considerato uno dei luoghi caldi dello spaccio – hanno notato un giovane africano che ballava al ritmo di musica pop diffusa da una piccola radio. Quando il giovane è stato raggiunto da tre persone, continuando a ballare, si è infilato una mano nelle mutande, poi ha consegnato qualcosa ai tre. Il pusher, un nigeriano di 22 anni, in Italia in attesa di asilo e senza fissa dimora, è stato fermato. Le forze di polizia lo conoscevano già per altre intemperanze commesse in città. Accompagnato alla caserma di via Marchetti è stato sottoposto a perquisizione personale, dalla quale sono spuntate 9 bustine contenenti marijuana pronta per lo spaccio in piazza.

Carabinieri di Senigallia ai giardini Morandi.

Singolare la modalità di occultamento dello stupefacente, nascosto in una doppio paio di slip. La tecnica del ballo mascherava la reale attività di pusher. Lo stupefacente rinvenuto – del peso complessivo di 28,5 grammi – sottoposto a narcotest ha confermato essere marijuana con un principio attivo elevato. La droga, il denaro ed un telefonino in possesso del nigeriano sono stati sottoposti a sequestro.
I controlli sono stati estesi anche alle zone periferiche e alle aree di parcheggio. Sabato sera, una pattuglia Radiomobile ha proceduto al controllo di un uomo che era fermo nella sua Fiat Palio SW nel parcheggio di via Podesti. Il giovane, un marocchino 25enne residente a Cingoli, notato gravitare in zona già da alcune ore, ha riferito di essere un venditore ambulante. Ma la perquisizione dell’autovettura ha permesso di rinvenire, all’interno del bagaglio personale, nove confezioni di cocaina pronte per essere distribuite al dettaglio. Era dunque un venditore ambulante, ma di droga. All’interno del portafogli è stata trovata la somma di 550 euro, per lo più in banconote di piccolo taglio. Il drugtest ha confermato che si trattava di cocaina di buonissima qualità. Oltre alla droga e al denaro è stato sottoposto a sequestro anche lo smartphone del giovane. I due sono stati trattenuti nelle camere di sicurezza della caserma di via Marchetti a disposizione della Procura di Ancona in attesa dell’udienza di convalida che si terrà con ogni probabilità domani.
Controlli antidroga sono proseguiti per tutta la notte anche sul litorale sud, a Marina di Montemarciano. Quattro ragazzi, tutti italiani, sono stati trovate in possesso di hashish e cocaina per uso personale nel corso dell’attività di vigilanza, svolta dai carabinieri della locale Stazione negli chalet balere attigue agli stabilimenti balneari, sono stati controllati diversi avventori. I quattro saranno segnalati al Prefetto di Ancona per i provvedimenti di competenza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X